Francavilla di Sicilia (Me): ucraino arrestato

I carabinieri della stazione messinese di Taormina hanno arrestato Valeriy Bogdan, ucraino 45enne che aveva già destato scompiglio a Giardini Naxos in una struttura alberghiera dove contro la volontà del portiere era entrato a frugare nella halle.

L’uomo, in evidente stato di ebbrezza, aveva minacciato con un coltello nel suo italiano stentato, il personale della struttura alberghiera e solo grazie al tempestivo intervento dei militari dell’Arma, è stato scongiurato il peggio. Il giudice aveva accolto la richiesta di patteggiamento e condannato l’uomo ad un anno di reclusione, pena sospesa e lo straniero era tornato in libertà.

Nei giorni scorsi Bogdan si è reso responsabile di un nuovo episodio del genere. In preda ai fumi dell’alcool aveva iniziato ad inveire ed a minacciare i passanti nei pressi di un esercizio pubblico nel centro del comune di Francavilla di Sicilia. I cittadini hanno segnalato l’accaduto al 112 e sul posto si è recato un maresciallo dell’arma supportato da un collega in servizio al Ris di Messina che stava transitando libero da impegni di lavoro nei pressi del locale.

I due militari, pur con grosse difficoltà, sono riusciti ad arginare la furia dell’ucraino che cercava di colpire i carabinieri intervenuti. L’uomo è stato dunque arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale ed è stato condotto alla stazione carabinieri di Francavilla di Sicilia dove ha continuato il suo atteggiamento violento ed autolesionista tanto che è stato necessario ricorrere alla somministrazione di tranquillanti e di condurre l’uomo all’ospedale di Taormina per ulteriori cure mediche.

Dopo la convalida dell’arresto l’uomo è stato tradotto al carcere di Messina Gazzi.

Maria Chiara Ferraù

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi