Niscemi (Cl): Difesa, impianti indispensabili

I quattro manifestanti del movimento No Muos a Niscemi, centro in provincia di Caltanissetta, sono scesi dai tralicci di due delle 46 antenne in esercizio da anni nella base militare americana.

Due uomini e due donne saranno denunciati per introduzione illegale in una struttura militare, reato che prevede una sanzione amministrativa. Anche altri tre partecipanti al blitz sono stati denunciati. A cinque di loro viene contestata anche la resistenza a pubblico ufficiale.

Gli impianti della Naval radio transmitter facility di Niscemi “da tempo autorizzati e operanti, situati nell’area adiacente a quella del Muos sono indispensabili per le operazioni della Nato nel Mediterraneo e, quindi, per la sicurezza nazionale”. Ad affermarlo è il ministero della difesa, che sottolinea come “la tutela della salute dei cittadini di Niscemi è sempre stata e sempre sarà prioritaria e condizione indispensabile per la realizzazione delle antenne terrestri del sistema Muos.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi