Santa Maria di Licodia (Ct): festeggiano il Capodanno con un fucile vero, fratelli arrestati

Volevano festeggiare l’arrivo del nuovo anno sparando in aria non i soliti mortaretti o fuochi d’artificio, ma esplodendo colpi da un fucile semiautomatico a canne mozze. Questa voglia di “far festa” è costata cara ai fratelli Giuseppe e Cosimo Cancemi di Santa Maria di Licodia, centro in provincia di Catania, che sono stati arrestati dai carabinieri della locale stazione.

I due fratelli, che condividono l’abitazione in contrada Scannacavoli e attualmente sottoposti uno ai domiciliari e l’altro all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, sono stati colti in flagranza di reato dai militari operanti mentre davanti casa maneggiavano un fucile semi automatico a canne mozze per sparare allo scoccare della mezzanotte.

I due germani sono stati immediatamente bloccati e hanno inveito contro i carabinieri che hanno proceduto ad effettuare un’approfondita perquisizione dei luoghi. Il fucile marca Franchi sarà sottoposto ad esami tecnico-balistici ed è risultato essere stato rubato in un’abitazione ad Aci Sant’Antonio nel 2009. Per i due fratelli si sono aperti i cancelli del carcere di Catania piazza Lanza dove resteranno a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi