Messina: tombolando con gioia a “casa Noemi”

In un ambiente particolarmente accogliente e festoso, a “Casa Noemi”, si è vissuto un pomeriggio davvero indimenticabile per il clima di fraternità che si è venuto a creare tra le Suore Figlie del Divino Zelo di Faro Superiore, i giovani ospiti accolti nella struttura (minori migranti non accompagnati), alcune famiglie indigenti e i volontari dell’associazione Misolida e del gruppo “Padre nostro … Padre di tutti” che, anche quest’anno hanno voluto proporre una tombolata e offrire la cena.

Esperienza indelebile nel cuore e nella mente di ciascun partecipante perché ha permesso di toccare con mano che quando si vive l’amore non ci sono barriere, né limiti dovuti a sesso, razza, luogo d’origine, lingua, religione.

Qualsiasi differenza diventa ricchezza e un’opportunità che fa sperimentare l’uguaglianza, la fratellanza vera, l’unità. Si è creata, così, un’armoniosa cornice resa bella dal Presepe, dall’albero di Natale, dagli addobbi colorati, dalle luci, ma soprattutto dai volti luminosi di questi giovanissimi ragazzi e dalla loro grande voglia di vivere che li ha portati ad osare, a sfidare ogni pericolo, superando le difficoltà del loro lungo e insidioso viaggio per realizzare il sogno di una vita migliore, anche se lontana dagli affetti e dalle bellezze della loro terra. Un pomeriggio spensierato in cui sicuramente ciascuno ha donato tanto e ricevuto “il centuplo” in serenità, gioia e pace interiore: doni che non si acquistano in nessun centro commerciale, in nessuna boutique di moda perché frutti di un “servizio” fatto col cuore.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi