Catania: armi e munizioni in deposito edile, titolare in manette

Blitz dei carabinieri nel popoloso quartiere San Cristoforo a Catania. Sequestrate armi e munizioni in un deposito di materiali edili. Il titolare è stato arrestato. L’operazione è scattata ieri sera quando i carabinieri, insieme all’unità cinofila specializzata nella ricerca di armi ed esplosivi, hanno fatto irruzione nel deposito gestito dal pregiudicato catanese Giuseppe Messina, 68 anni, in viale della Concordia.

E’ stato il prezioso fiuto del cane Atos a consentire ai militari di scovare, nei numerosi locali e relativi anfratti all’interno della ditta, un fucile a pompa Benelli, una pistola Valtro con matricola abrasa completa di serbatorio monofilare e con un colpo in canna, una pistola a salve Bruni con serbatorio monofilare e 5 cartucce all’interno, 1 pistola a salve, 378 cartucce Cheddite calibro 12 a pallini, 32 cartucce calibro 9, 22 cartucce calibro 39 special, 9 cartucce calibro 7,65, una cartuccia calibro 380 nonché strumenti di pulizia e manutenzione delle armi.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato mentre il 68enne è stato associato al carcere di Catania piazza Lanza con l’accusa di detenzione di armi clandestine, detenzione abusiva di armi e munizioni, nonché di ricettazione. Il fucile e le pistole saranno inviate ai laboratori del Ris di Messina per gli opportuni esami tecnico balistici che ne potrebbero stabilire l’eventuale utilizzo in pregresse azioni criminose.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi