Messina: siglato protocollo d’intesa tra la città metropolitana, il conservatorio Corelli e l’istituto Minutoli

È stato siglato questa mattina a palazzo dei Leoni nel messinese il protocollo d’intesa tra la città metropolitana di Messina il conservatorio Corelli e l’istituto Minutoli della città peloritana.

All’appuntamento erano presenti il sindaco metropolitano Renato Accorinti; il commissario, Filippo Romano; il presidente e il direttore del conservatorio Corelli, Giuseppe Ministeri e Antonino Averna ed il dirigente dell’istituto Minutoli, Pietro La Tona.

L’accordo è promosso dalla città metropolitana di Messina e costituisce la formalizzazione della cessione da parte del Corelli al Quasimodo, sezione associata del Minutoli, di 4 aule site nel secondo piano dell’ala sud/est e comprensive dei vicini servizi igienici.

L’istituto Quasimodo realizzerà, a proprie spese, le modifiche necessarie per la suddivisione del corridoio dell’ala sud/est, garantendo la via di fuga anche dal conservatorio, nel rispetto della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Dal canto suo la città metropolitana si impegna a realizzare un nuovo corpo di fabbrica aggiunto a quelli destinati al Quasimodo, in adiacenza ad una delle due ali lato sud lasciate al Quasimodo, in modo che possa contenere almeno 6 nuove aule più servizi, necessarie per il nuovo corso di studi ad indirizzo scientifico e per eventuali altre future esigenze scolastiche.

Palazzo dei Leoni e le due istituzioni scolastiche provvederanno, sostenendo comunitariamente le spese necessarie, al ripristino dell’ingresso su via Leontisco ed alla sistemazione e riqualificazione dello spazio antistante l’immobile, per assicurare che l’area venga adibita ad idoneo parcheggio volto a soddisfare le esigenze dell’utenza; sarà realizzata la regimentazione delle acque meteoriche e la pavimentazione del piazzale principale dell’area di ingresso con la realizzazione di aiuole e stalli auto opportunamente segnati, per la necessaria individuazione mediante l’attribuzione di un pass numerato da rilasciare agli utenti autorizzati.

La città metropolitana assicurerà, tramite i propri uffici tecnici, l’esecuzione dei lavori di base dell’ambiente destinato a sala di registrazione del conservatorio. In particolare provvederà alla posa in opera di un pavimento flottante in parquet prefinito poggiato su materassino fono isolante ad alta densità, nonché l’adeguamento elettrico dell’ambiente con l’attivazione di almeno sei punti luce con prese bipolari e tre punti luce a soffitto.

Al conservatorio Corelli sarà garantita una fornitura idrica autonoma il cui consumo sarà a totale carico dell’istituzione musicale previa voltura della relativa utenza idrica presso la società erogatrice.

La progettazione e direzione dei lavori sarà curata dalla città metropolitana con l’ausilio del proprio personale tecnico dipendente, mentre l’attività di sorveglianza sarà garantita dalla polizia metropolitana. Le dirigenze delle due istituzioni coinvolte appronteranno un piano condiviso per la regolamentazione degli spazi comuni, sia interni che esterni e delle vie di esodo in caso di emergenza, per eliminare eventuali criticità legate alla sicurezza e prevenzione incendi; il personale e gli utenti del conservatorio potranno usufruire, attraverso un pass messo a disposizione per un massimo di quattro persone a volta, del servizio di ristoro attivo presso il Quasimodo. Il protocollo d’intesa entra in vigore dalla data della sua sottoscrizione ed avrà validità fino al verificarsi di tutte le condizioni nello stesso pattuite.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi