Ragusa: furto in abitazione, arrestata giovane incinta

Il suo essere incinta non l’ha fermata dall’intento di rubare in un’abitazione. L’hanno scoperta gli agenti della polizia di Ragusa che hanno arrestato una donna che, insieme ad una minorenne di soli 14 anni, avevano derubato la casa di un cittadino di 70 anni di numerosi monili in oro e preziosi.

Il furto era stato segnalato al 113 dalla stessa vittima che è riuscita a fornire descrizioni accurate delle due giovani donne che sono state raggiunte e bloccate dal personale della volante in via Colajanni. Le due avevano aperto la porta dell’appartamento utilizzando una scheda magnetica.

Una volta all’interno, la più grande, 21enne e in stato interessante, era riuscita ad appropriarsi di alcuni portagioie contenenti ori e preziosi. Il proprietario che al momento del furto si trovava dentro l’appartamento, ha avvertito un’ombra furtiva e ha sorpreso l’intrusa che è scappata. All’esterno la aspettava la quattordicenne. Entrambe sono state inseguite dal proprietario.

Al vedere l’inseguimento alcuni cittadini hanno avvertito le forze dell’ordine che sono riuscite ad individuare presto le due ladre. Recuperate collane e bracciali in oro, anelli con pietre preziosi, orologi e monili ricordi di famiglia che sono stati restituiti immediatamente al malcapitato. Le ragazze erano in possesso del classico kit da ladre di appartamento costituito da forbici e tenaglie, guanti per non lasciare tracce e scheda magnetica utilizzata per aprire facilmente le porte, anche blindate, senza giro di chiave.

La ventunenne incinta, Veselinka Tomas è stata arrestata in flagranza di reato per furto aggravato in abitazione in concorso con la quattordicenne che è stata denunciata a piede libero. La donna è stata sottoposta ai domiciliari in una casa di accoglienza della zona in attesa del processo con rito direttissimo, mentre la minorenne è stata affidata ad un ente specializzato per minori, come disposto dal magistrato di turno alla procura dei minori di Catania.
Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi