Messina: nasce la “business school”

Fornire competenze di base per un efficace modello di “economia sociale” che metta al centro l’uomo e i suoi valori, puntando l’attenzione su leadership carismatiche, comunicazione e innovazione, public speaking e benessere organizzativo.

È questo l’obiettivo di “Good economy training”, il primo ciclo formativo organizzato dalla “Business School”, la nuova scommessa targata Sicilian Venture Philanthropy Foundation (Svpf). Il nuovo progetto della Fondazione, sarà presentato e illustrato dalsuo presidente Elita Schillaci in occasione dell’Assemblea generale in programma venerdì 22 maggio, alle 15.30 nella sede della FIRE S.p.a (via Monsignore 1) di Messina.

L’aggiornamento e la formazione manageriale sono alla base dell’attività della Svpf, che intende rivolgersi a  tutti coloro che abbiano intenzione di arricchire la propria sfera professionale: studenti, imprenditori, commercialisti, consulenti d’impresa, avvocati,  manager e consumatori, per comprendere, attraverso un innovativo approccio trasversale, l’indivisibile binomio tra le regole del business e l’etica. «L’attività della Svpf è sempre diretta a valorizzare creatività, talento, marketing territoriale e passione per le start up e l’innovazione sociale – sottolinea la prof.ssa Schillaci – indirizzando i professionisti verso un nuovo modello di social economy, dove economia e finanza si confrontano con ambiti apparentemente lontani: neuroscienza, psicologia, sociologia».

L’importanza cruciale della formazione manageriale è il focus degli incontri organizzati dalla Business School, che si terranno al Borghetto Europa di Catania nei mesi di giugno e luglio. Il corso “Good economy training” – nato in collaborazione con PerFormat Salute e accreditato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania – inizierà venerdì 5 giugno 2015, con il primo appuntamento in programma dalle 14.30 alle 18.30: “Verso una good economy: neuroscienze, sharing economy e strategie win-win”, saranno i punti cardine.

Durante l’assemblea di Messina, inoltre, saranno nominati i rappresentanti del Comitato d’indirizzo, verrà approvato il bilancio consuntivo relativo al 2014 e sarà dato ampio spazio ai nuovi progetti della Fondazione, «che sin dalla sua nascita – conclude il presidente – ha puntato alla valorizzazione del merito, sostenendo realtà innovative che hanno collezionato importanti riconoscimenti nazionali ed internazionali».

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi