Tortorici (Me): truffe all’Agea, tre arresti – i nomi

Truffe nei confronti dell’Agea, dell’Inps, aziende agricole fantasma e terreni inesistenti. Sono queste alcune delle accuse di cui dovranno rispondere le cinque persone finite oggi a Tortorici nelle maglie della Guardia di Finanza e dei carabinieri. È stata scoperta una vera e propria associazione a delinquere dedita alle truffe in particolare nei confronti dell’Agenzia per le contribuzioni europee in agricoltura.

Le manette sono scattate ai polsi del veterinario e consigliere comunale di minoranza, Sebastiano Armeli e della cognata Antonia Strangio, segretaria dello studio associato dove Armeli lavorava insieme alla moglie, Natalina Strangio, avvocato, destinataria di un provvedimento di obbligo di dimora a Capo d’Orlando. Obbligo di dimora a Tortorici per Giuseppe Armeli, fratello di Sebastiano. Infine, obbligo di presentazione alla caserma per Mariella Marino Gammazza.

Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati un appartamento nella via Consolare Antica a Capo d’Orlando e diversi conti correnti e titoli bancari. Questa mattina carabinieri e guardia di finanza hanno effettuato i provvedimenti anche presso gli istituti di credito di Tortorici.

I particolari dell’operazione saranno illustrati nel corso della conferenza stampa indetta per le undici al comando provinciale della guardia di finanza.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi