Barrafranca (En): operazione sicurezza della Polizia stradale

La Polizia Stradale della Provincia di Enna, nella mattina del 7 aprile, ha predisposto un dispositivo speciale di controllo che ha interessato il Comune di Barrafranca. In particolare, sono state impiegate nove pattuglie della Polstrada, dislocate nelle arterie principali di accesso alla città, coordinate direttamente dal Vice Questore Aggiunto Fabio D’Amore, Dirigente della Sezione Polstrada di Enna.

Nella circostanza sono stati effettuati accurati controlli di Polizia sulle autovetture e sugli occupanti in transito. In tale attività è stato impegnato tutto il personale della Sezione della Polizia Stradale di Enna, della squadra di Polizia Giudiziaria, unitamente a pattuglie del Distaccamento di Nicosia. Tale dispositivo è stato realizzato ai fini della repressione delle violazioni al Codice della Strada e dei reati in genere. Nella circostanza, sono stati controllati, in totale, 112 veicoli e 121 persone, anche con l’utilizzo degli strumenti per verificare il tasso alcolemico e sono state contestate 48 violazioni al Codice della Strada e decurtati 90 punti dalle patenti. Le violazioni hanno riguardato sia autovetture che mezzi pesanti ed autobus. In particolare, per questi mezzi sono stati verificati anche i tempi di guida e di riposo dei conducenti ed il superamento dei limiti di velocità. Inoltre, 3 carte di circolazione sono state ritirate a vario titolo. Sono stati effettuati anche 2 fermi amministrativi ed 1 sequestro di veicoli.

Le sanzioni al Codice della Strada hanno riguardato principalmente il mancato uso delle cinture di sicurezza, la circolazione con mezzi privi della prevista revisione periodica e della copertura assicurativa. In questa circostanza, come nell’impiego quotidiano, il lavoro della Polizia stradale consiste, essenzialmente, nel tendere al costante e sensibile miglioramento della sicurezza del traffico. Questo scopo può essere raggiunto solo eseguendo controlli mirati e tematici, unitamente a campagne di sensibilizzazione alla prevenzione del fenomeno incidentistico. Positivo certamente è stato l’apprezzamento della popolazione locale per l’attività svolta.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi