Messina: operazione “Bocca di rosa”, 17 arresti

 Operazione dei carabinieri di Messina che hanno scoperto e disarticolato un’organizzazione che gestiva sei case a luci rosse. Diciassette le persone finite in manette, di cui 11 in carcere, 5 ai domiciliari ed una con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, nell’ambito dell’operazione denominata “Bocca di rosa”. I soggetti arrestati sono indagati a vario titolo, in concorso, per riduzione in schiavitù, proprietà od esercizio di una casa di prostituzione, induzione, reclutamento, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Le indagini svolte dai carabinieri di Messina sud e coordinate dalla procura della Repubblica di Messina, hanno accertato che il sodalizio criminale comprendeva sei vere e proprie case di prostituzione, che agivano in un sistema di reciproca collaborazione. I proventi dell’organizzazione ammontavano ad una cifra di 1.000 euro al giorno.

I dettagli dell’operazione dei carabinieri saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa indetta per le 10.30 al comando provinciale dei Carabinieri. 

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi