Messina: tsunami Formazione, 10 arresti

Continua il terremoto nella formazione siciliana. A Messina questa mattina guardia di finanza e polizia hanno arrestato 10 persone che sono finite i domiciliari. In manette anche familiari di deputati e parlamentari di centrodestra e centro sinistra.

Fra gli indagati anche le mogli del deputato nazionale del Pd, Francantonio Genovese e dell’ex sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca. Le ipotesi di reato contestate a vario titolo sono di associazione a delinquere finalizzata al peculato e alla truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche (da Regione, Stato e Ue) da destinare a progetti formativi.

Agli arresti domiciliari sono così finiti: Chiara Schirò, moglie di Francantonio Genovese, Daniela D’Urso, moglie di Giuseppe Buzzanca, Concetta Cannavò, ex tesoriera cittadina del PD e poi ancora Elio Sauta, Graziella Feliciotto, Natale Lo Presti, Nicola Bartolone, i fratelli Carmelo e Natale Capone e infine Giuseppe Caliri. Sospeso dalle funzioni Carlo Isaia, funzionario regionale dell’ispettorato del lavoro, che con una telefonata avrebbe avvisato Elio Sauta di un’imminente ispezione amministrativa.

Nel mirino dell’inchiesta i centri di formazione del messinese Lumen, Aram e Ancol. Secondo le ricostruzioni della procura, i centri avrebbero percepito fondi per gran parte frutto di illecito. Venivano create società che fornivano beni e servizi a questi enti di formazione, società intestate a familiari o stretti collaboratori degli stessi che dichiaravano prestazioni mai effettuate o che fatturavano beni o servizi per cifre fuori mercato. Addirittura sono state riscontrate fatture gonfiate del 600%, totalmente o parzialmente false altre.

Un giro che, soltanto dal 2007, avrebbe portato nelle tasche degli interessati svariate decine di milioni di euro.

Maria Chiara Ferraù 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi