Capo d’Orlando (Me): fatture elettricità, annullato il decreto ingiuntivo

Il giudice della seconda sezione civile del tribunale di roma, Carmen Bifano, ha annullato il decreato ingiuntivo di 337 mila euro relativo a fatture per l’erogazione di energia elettrica.

Il giudice, praticamente, ha accolto la tesi difensiva del comune di Capo d’Orlando, rappresentato dall’avvocato Natale Bonfiglio, che ha opposto sia l’eccezione di incompetenza territoriale del tribunale, che la nullità dei contratti in quanto mancanti della necessaria sottoscrizione.

“I contratti stipulati dalla pubblica amministrazione – si legge nella sentenza – possono anche non risultare da un unico documento, ma occorre in ogni caso che il perfezionamento del contratto risulti dallo scambio di proposta e accettazione, non potendo ritenersi sufficiente che la forma scritta investa la sola dichiarazione negoziale dell’amministrazione, né che la conclusione del contratto avvenga per facta concludentia”.

Inoltre, Ifitalia spa, a cui Enel aveva ceduto il presunto credito, è stata condannata a revocare il decreto ingiuntivo e pagare le spese di giudizio.

Soddisfatto il sindaco Franco Ingrillì. “Difendiamo con i denti gli interessi del comune, pagando ciò che è giusto seguendo le regole. Si tratta di un risparmio significativo per le casse comunali che potrà essere impiegato per migliorare la qualità di alcuni servizi”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi