Palermo: precari Asu, su stabilizzazioni pretendono risposte concrete

“Pretendiamo risposte chiare e concrete sul problem dei ritardi nei pagamenti e sull’avvio delle stabilizzazioni”. Questo quanto dicono Vito Sardo e Mario Mingrino, coordinatori regionali dell’Ale Ugl Sicilia a seguito dell’incontro odierno al dipartimento lavoro dela regione considerato “un’ennesima perdita di tempo”.

“Gli uffici – spiegano i sindacalisti – non hanno ancora un sistema di gestione dei pagamenti che vengono effettuati ancora a mano. È evidente che in tali condizioni erogare 8.000 indennità per tempo, 5.000 degli Asu e 2.800 dei Pip, è materialmente impossibile”.

Per quanto riguarda, invece, le stabilizzazioni – continuano Sardo e Mingrino – la soluzione risiede all’Ars da tempo. Ci aspettiamo che i parlamentari e il governo Musumeci si mettano a lavorarci di buona lena. E’ una questione di volontà politica, perchè le risorse ci sono. L’assunzione degli Asu, infatti, avverrebbe a saldi invariati, quindi senza nessun aggravio per il bilancio della Regione”.

A tal proposito – concludo -, dopo aver incontrato il ministro Di Maio, nei prossimi giorni proseguiremo a Roma l’interlocuzione già avviata anche con il sottosegretario al lavoro Durigon e i tecnici del ministero. Il governo nazionale deve fare la propria parte””.

 

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi