Caltagirone (Ct): promozione dei tirocini extra curriculari nei circoli MCL

I circoli di MCL di Mineo e Caltagirone, nel catanese, hanno avviato una campagna di promozione dei tirocini extra-curriculari in base all’avvis 22/2018 promosso dall’assessorato della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro della regione.

L’obiettivo è quello di aiutare sia i tirocinanti interessati alla compilazione della domanda online che le aziende o i professionisti interessati ad ospitare i tirocinanti a verificare i requisiti di ospitalità e a compilare l’iter per poter aderire.

L’avviso è rivolto, in particolare, ai residenti in Sicilia da almeno 6 mesi che abbiano assolto l’obbligo di istruzione. Rivolto anche ai giovani disoccupati o in cerca di prima occupazione con età compresa tra i 16 e i 35 anni; agli adulti inoccupati o disoccupati con età compresa tra i 36 anni e i 66 anni; ai giovani (dai 16 anni in su) o adulti inoccupati o disoccupati con disabilità o persone svantaggiate; i cittadini non comunitari con regolare permesso di soggiorno. Unico requisito è che tutti abbiano un Isee familiare non superiore ai 30 mila euro.

Il tirocinio avrà la durata massima di 6 mesi (12 mesi se disabile o soggetto svantaggiato) per un massimo di 30 ore settimanali; e verrà corrisposta una indennità di partecipazione fino a 500 euro lorde mensili per la durata di massimo 6 mesi (12 mesi se disabile o soggetto svantaggiato). È possibile presentare le domande a partire dall’11 giugno 2018 fino all’11 luglio 2018.

Le aziende e i professionisti che hanno una sede operativa in Sicilia e il possesso dei requisiti da avviso, potranno ospitare un tirocinante con un numero da 0 a 5 dipendenti; due tirocinanti con un numero da 6 a 20 dipendenti; e per le aziende con più di 20 dipendenti si potrà avere un numero di tirocinanti pari al 10% degli stessi.

Per informazioni sarà possibile rivolgersi alla sede MCL “Don Luigi Sturzo” in via Roma 215 a Caltagirone; o alla sede MCL “Don Rosario Pepe” di via Luigi Capuana 35 a Mineo.

Faremo fino in fondo la nostra parte per facilitare a tutti i cittadini l’accesso a queste misure di politiche attive del lavoro. L’attenzione ai giovani e alle fasce più deboli della società, a cominciare dalle persone diversamente abili, deve essere una priorità per i territori se vogliamo veramente fare ripartire lo sviluppo” ha sottolineato Paolo Ragusa, Presidente del Circolo MCL “Don Rosario Pepe” di Mineo.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi