Gioiosa Marea (Me): a giugno e luglio la festa della mietitura e la transumanza

Il Mibact, il ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ha approvato e patrocinato la decima fesa della mietitura organizzata dall’associazione La Spiga di Gioiosa Marea, nel messinese, e la transumanza da Gioiosa Marea a Longi organizzata dall’associazione San Giorgio-i cavalieri.

I due eventi si svolgeranno nei mesi di giugno e luglio prossimi e contribuiscono ad incoraggiare la “partecipazione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell’Europa quale risorsa condivisa, sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza allo spazio comune europeo” secondo quanto stabilito dall’esito positivo della valutazione degli esperti del ministero.

Si comincerà l’1-2-3 giugno con “La transumanza da Gioiosa Marea a Longi”, un suggestivo cammino a piedi o a cavallo in un percorso lungo le antiche vie dei pastori, attraverso i comuni di Gioiosa Marea, Montagnareale, Librizzi, San Piero Patti, Sant’Angelo di Brolo, Raccuja, Ucria, Floresta, Tortorici, Galati Mamertino e Longi alla scoperta del territorio e di antiche usanze ormai scomparse.

La pratica tradizionale della transumanza è candidata a diventare patrimonio culturale immateriale dell’umanità UNESCO, quale elemento culturale, dal forte contenuto identitario, che ha saputo creare nei secoli forti legami sociali e culturali tra praticanti e i centri abitati da essi attraversati, nonché rappresentare un’attività economica sostenibile caratterizzata da un rapporto peculiare tra uomo e natura.

“La transumanza da Gioiosa Marea a Longi” è promossa  dall’Associazione San Giorgio-I Cavalieri e il Movimento I Gattopardi Sicilia con la collaborazione di Associazione Culturale La Spiga, Associazione PFM, Associazione Raccuja Trekking e l’Agriturismo S. Margherita. Un progetto volto a riscoprire le tradizioni del territorio attraverso l’ampliamento dell’offerta turistica.

A luglio, si proseguirà con la “10^ Festa della mietitura”, la manifestazione promossa dall’associazione La Spiga e giunta alla decima edizione. Domenica 8 luglio sulle colline di Gioiosa Marea in contrada Landro si rivivrà quello che era un vero e proprio rito: la mietitura del grano a mano come veniva effettuata fino agli anni ’50, accompagnata da giochi, musica, canti e degustazioni.

L’iniziativa porterà a rivivere i momenti di vita agreste con la partecipazione attiva alla raccolta delle spighe, visite guidate, degustazioni di prodotti tipici locali, musica e flolklore e il mercatino dei prodotti tipici e dell’artigianato tradizionale. L’iniziativa contribuisce a promuovere un altro patrimonio culturale immateriale dell’umanità Unesco: la Dieta Mediterranea.

Riconosciuta nel 2010, la dieta mediterranea comprende una serie di competenze, conoscenze, rituali, simboli e tradizioni concernenti la coltivazione, la raccolta, la pesca, l’allevamento, la conservazione, la cucina e soprattutto la condivisione e consumo di cibo. Mangiare insieme è la base dell’identità culturale e della continuità delle comunità nel bacino Mediterraneo: enfatizza i valori dell’ospitalità, del vicinato, del dialogo interculturale e della creatività e rappresenta un modo di vivere guidato dal rispetto della diversità.

I due eventi saranno inseriti nei prossimi giorni sul sito istituzionale annoeuropeo2018.beniculturali.it.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi