Catania: Campisi, “combattere contro il vandalismo”

Criminali e maleducati in azione nella piazzetta accanto al porticciolo di Ognina nel catanese. Le panchine sono state rivoltate e il murales di Peppino impastato calpestato da una scritta spray. “Due atti ignobili, due affronti a tutte le istituzioni e ai cittadini onesti della municipalità di PIcanello-Ognina-Barriera-Canalicchio”.

Così scrivono i consiglieri della II circoscrizione Alessandro Campisi e Adriana Patella che condannano il gesto senza mezze misure. “Da anni – proseguono i due – l’area del viale ARtale d’ALagona è bersaglio di atti teppistici. Qualcuno forse ha già dimenticato le condizioni in cui si trova la garitta spagnola? La struttura, a poche decine di metri dalla piazzetta di Ognina, è costantemente bersaglio di innamorati che lasciano sulla sua facciata scritte d’amore di ogni tipo. Non solo, il sito è pure un bagno a cielo aperto per i senza tetto”.

Da qui la richiesta di dotare l’intera zona di un sistema di videosorveglianza per permettere alle forze dell’ordine di cogliere sul fatto i vandali in azione. “IN questo momento – sottolinea la consigliera Patella – è fondamentale che le istituzioni si attivino per riparare al danno commesso da questi “signori”. La piazzetta di Ognina è stata sistemata, ma il murales di Impastato resta ancora deturpato.

Superato questo scoglio puntiamo ad avviare azioni sinergiche con la parte sana e l’associazionismo della nostra circoscrizione per salvaguardare la piazzetta di Ognina e il murales di Peppino Impastato, facendo in modo che simili episodi non si ripetano in futuro”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi