Trapani: beni per 8,5 mln di euro sequestrati al noto gioielliere Tumminia

Beni per un valore di 8 milioni di euro sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Trapani al noto gioielliere Marcello Tumminia.

Il provvedimento di confisca è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Trapani. Confiscate le gioiellerie di Trapani e San Vito Lo Capo, nonché 8 beni immobili, due auto e dei saldi attivi di numerosi conti correnti, per un valore complessivo di oltre 8,5 milioni di euro.

Le indagini erano state avviate dagli agenti della guardia di finanza di Trapani già nel 2015. Tumminia è ritenuto un soggetto pericoloso per aver commesso diversi reati.

Le indagini avevano fatto luce su un’organizzazione, composta da noti gioiellieri trapanesi, tra cui Tumminia, responsabile di aver ricettato e riciclato ingenti partite di gioielli rubati e di aver impiegato i proventi di quell’attività per concedere prestiti a tassi usurai nei confronti di numerosi imprenditori in difficoltà.

Gli accertamenti delle fiamme gialle hanno evidenziato una evidente sproporzione tra i patrimoni accumulati negli ultimi 10 anni da Tumminia e i relativi redditi dichiarati, assolutamente non in grado di giustificare quell’enorme arricchimento patrimoniale.

Per questa ragione il tribubale di Trapani ha disposto la confisca di tutti i beni di Tumminia direttamente o indirettamente a lui riconducibili.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...