Palermo: Crocetta, “bisogna razionalizzare le strutture sanitarie”

Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, frena sul piano di rimodulazione della rete ospedaliera, diventato un caso politico. Al momento del piano di rimodulazione della rete sanitaria esiste solo una bozza che taglia 150 reparti e ha fatto salire sulle barricate diversi sindaci.

Il tema questa mattina è stato al centro di una lunga telefonata tra Crocetta e l’assessore regionale alla Sanità, baldo Gucciardi. Obiettivo dichiarato di crocetta è “cercare di porre un argine al tentativo troppo facile di razionalizzare la sanità, attraverso processi di depotenziamento di realtà locali che, molto spesso, hanno già subito profondi attacchi e si vedono privati di servizi essenziali”.

“Da Roma – scrive Crocetta – si deve rendere conto che quello della Regione siciliana è un territorio in gran parte montuoso, con una rete ferroviaria inesistente nella maggior parte del territorio e con una rete autostradale circoscritta prevalentemente alle tre città metropolitane. Il progetto di razionalizzazione deve tenere conto delle distanze reali tra le strutture”.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi