Catania: operazione “Vicerè”, stroncato Clan Laudani, 3 donne al vertice

Oltre 500 carabinieri in Italia e all’estero, 109 persone arrestate, le donne al comando. Sono ingenti  i numeri dell’operazione antimafia condotta dai carabinieri del comando provinciale di Catania che ha stroncato il clan mafioso Laudani, uno dei più feroci operanti sul territorio. Le accuse vanno a vario titolo, dall’associazione di tipo mafioso all’estorsione, dall’intestazione fittizia di beni al traffico di stupefacenti, detenzione di armi ed altri reati.

Il clan Laudani, detto “mussi ‘i ficurinia” è una delle più ramificate e pericolose organizzazioni criminali operanti nel catanese. Un’organizzazione a carattere quasi familiare, perché guidata dal patriarca Sebastiano Laudani, 90 anni (per lui i domiciliari per motivi di salute) e dai familiari tra cui anche il figlio Gaetano, assassinato nel 1992 e dai nipoti Giuseppe Laudani e Alberto Caruso, entrambi personalmente “educati” dal nonno, fin da bambini, secondo le rigide regole dell’appartenenza mafiosa, dell’intimidazione e della violenza.

organigramma LaudaniAl vertice dell’organizzazione tre donne che svolgevano attività fondamentali, fornendo direttive in ordine alla strategia complessiva da seguire, organizzavano il reinvestimento dei proventi illeciti e contribuivano addirittura al tentativo di fondazione di un ulteriore gruppo satellite a Caltagirone.  Ciò dimostra la capacità del sodalizio di adattarsi alle nuove situazioni e di utilizzare tutte le risorse a disposizione, in particolare le donne che sono particolarmente adatte a ruoli di comando.

Il clan in passato non ha disdegnato di stringere alleanze con Cosa nostra catanese partecipando alle più sanguinose faide degli anni Ottanta e Novanta e ha avuto anche rapporti saldi con la ‘ndrangheta reggina. Nel corso degli anni il clan Laudani si è distinto per la ferocia ed efferatezza dei suoi vertici, tanto da rendersi protagonista nel tempo di alcuni dei crimini più gravi nella provincia di Catania.

È stato opera del clan Laudani l’attentato con autobomba con 30 Kg di esplosivo alla caserma dei carabinieri di Gravina di Catania il 18 settembre del 1993 in cui rimasero feriti quattro militari, l’omicidio dell’agente di polizia penitenziaria Luigi Bodenza avvenuto il 24 marzo del 1994 e l’assassinio del noto avvocato penalista Serafino Famà assassinato il 9 novembre del 1995.

Grande la forza intimidatrice dell’organizzazione criminale, sin dai primi anni Ottanta. Nel corso dei decenni il clan Laudani ha consolidato la sua forza compiendo una lunga serie di omicidi, più di cento, ed atti di violenza e minaccia imponendo la propria leadership in un’area tra le più ricche della provincia.

Il denaro proveniente da estorsioni, usura, traffico di droga e rapine, veniva reinvestito in fiorenti attività economiche quali il commercio all’ingrosso di carne, l’acquisto di terreni anche all’estero, imprese edili e commerciali.

IL VIDEO DELL’OPERAZIONE E I COLLOQUI IN CARCERE

Gli arresti di oggi vengono dopo le operazioni Fico d’india e Abisso condotte dalla Dda di Catania fino al 2010. L’operazione I vicerè, avviata dalla procura distrettuale antimafia di Catania e affidata ai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale, ha preso spunto dalla collaborazione con la giustizia di Giuseppe Laudani, nipote del capostipite e ai vertici dell’organizzazione dal 1999 al 2010, primo ed unico membro della famiglia attualmente collaboratore di giustizia. È stato lui a svelare i retroscena di questi vent’anni di vicende mafiose che hanno caratterizzato la storia criminale di Catania e del suo hinterland.

zone interesse Laudani responsabili Laudani organigramma Laudani 2

Le indagini hanno potuto evidenziare la particolare articolazione del sodalizio criminale, suddiviso in gruppi radicati ciascuno su una propria zona territoriale di influenza e dotati di una autonomia decisionale ed operativa limitata dall’esigenza di rispondere, per aspetti predeterminati e di importanza rilevante, ai vertici del clan, cioè alla famiglia Laudani di sangue. Una sorta di struttura “holding” perfettamente regolata in cui il gruppo dominante, quello della famiglia di sangue dei Mussi, prendeva le decisioni essenziali su guerre, alleanze, suddivisioni di tangenti con altri clan. I gruppi territoriali avevano invece autonomia in merito ad estorsioni e traffico di droga.

Le indagini hanno appurato i gruppi radicati oltre che a Catania, nel quartiere Canalicchio e in tutto l’hinterland etneo cioè San Giovanni La Punta, Acireale, Giarre, Zafferana Etnea, Piedimonte Etneo, Caltagirone, Randazzo, Paternò, San Gregorio, Aci Catena, Mascali e Viagrande. Qui l’egemonia criminale veniva imposta attraverso il pizzo riscosso da commercianti ed imprenditori e dal traffico di droga.

Le indagini hanno permesso di fare un’allarmante scoperta e cioè la capacità del clan Laudani di infiltrarsi nelle istituzioni. Tre avvocati sono infatti coinvolti nell’operazione in quanto elementi di appoggio per l’organizzazione mafiosa e loro dovranno rispondere di concorso esterno e reati quali rivelazione di segreto d’ufficio e di accesso abusivo a sistema informatico, aggravati dall’aver inteso favorire un gruppo mafioso.

Nel corso dell’operazione I vicerè, i carabinieri hanno inoltre sequestrato vere e proprie “liste” di esercizi commerciali ed aziende sottoposte ad estorsione scoprendo così che le imprese versavano importi tra i 3.000 e i 15.000 euro all’anno a cadenza periodica. Nessuno degli imprenditori aveva però denunciato le richieste estorsive alle forze dell’ordine, probabilmente avendo paura dell’efferatezza conosciuta degli appartenenti al clan Laudani.

GLI ARRESTATI

arresti vicere 3 arresti Vicere arresti viere 2

  • ALFINO Giovanni, inteso “Accaiù”, nato a Catania l’11/11/1973;
  • ALOISIO Paolo, nato a Catania il 08/11/1987;
  • ANASTASI Filippo, nato a Catania l’11/06/1980;
  • ARCIDIACONO Giuseppe, nato a Catania il 21/09/1966;
  • BENVENGA Natale, nato a Catania il 04/05/1962;
  • BONACCORSO Carmelo, inteso “Melo Squadrito”, nato a Catania il 28/12/1962;
  • BORZI’ Giuseppe, nato a Catania il 26/02/1977;
  • CAMELIA Antonino, nato ad Acireale il 25/06/1956;
  • CAMPOLO Rosario, nato a Catania il 13/02/1968;
  • CANTARELLA Giovanni, nato ad Acireale il 06/06/1985;
  • CARUSO Alberto Gianmarco Angelo, nato a Catania il 31/03/1980;
  • CASTORINA Piero, nato a Catania il 20/10/1973;
  • CATTI Andrea, nato a Catania il 21/12/1961;
  • COSTANTINO Giovanni, inteso “Nuccio u cannaleri”, nato a Catania il 22/04/1961;
  • CRISTALDI Saverio Francesco, nato a Catania il 23/05/1969;
  • CUCCHIARA Orazio, nato a Milano il 16/11/1971;
  • D’AGATA Giuseppe, nato a Catania il 09.04.1976;
  • D’ANTONA Sebastiano, nato a Catania il 25.1.1972;
  • DANZUSO Vito, nato a Catania il 19/08/1980;
  • DE LUCA Giovanni Antonino, nato a Catania il 27/01/1970;
  • DI GRAZIA Orazio, inteso “Scarpa pulita”, nato a Catania il 03/01/1947;
  • DI MAURO Alessandro, nato a Roma il 20.5.1962;
  • DI MAURO Antonino, inteso “Sciarretta”, nato a Catania il 14/09/1953;
  • DI MAURO Giovanni, nato a Catania il 07/07/1979;
  • DI MAURO Mario, inteso “Sciarretta”, nato a Catania l’11/04/1980;
  • DI MAURO Orazio Salvatore, inteso “Turi u biondo”, nato ad Acireale il 23/6/1966;
  • DI MAURO Paolo, inteso “u prufissuri”, nato a Piedimonte Etneo il 15/01/1955;
  • DI MAURO Salvatore, inteso “Sciarretta”, nato a Catania il 21/10/1986;
  • FICHERA Camillo, nato ad Acireale il 19/05/1954;
  • FICHERA Giuseppe, nato ad Acireale il 26/02/1966;
  • FILETI Stellario, intesoStillo”, nato ad Aci Catena il 13/03/1967;
  • FINOCCHIARO Antonino, inteso “Nino Monta”, nato a Catania il 27/10/1968;
  • FLORI Sebastiano, inteso “Bastiano”, nato a Catania il 07/12/1976;
  • FOSCO Antonino, inteso ”Ninni”, nato a Catania il 19/09/1981;
  • GERBINO Salvatore, nato a Catania il 22/09/1974;
  • GERBINO Santo Giuseppe, nato a Catania il 19/03/1979;
  • GIUFFRIDA Mario, inteso “Mario rambo”, nato a Catania il 16/09/1966;
  • GIUFFRIDA Giovanni, nato a Catania il 2.8.1942 (ai domiciliari)
  • GRANATA Sebastiano, inteso “Bastianeddu, nato ad Acireale il 31/01/1954;
  • GRASSO Giuseppe, inteso “Pippo Tistazza”, nato ad Aci Catena il 07/07/1965;
  • GRIMALDI Marco, nato a Caltagirone il 18/11/1967;
  • GUGLIELMINO Franco, intesoa scimmia”, nato a Catania il 05/12/1975;
  • IMPELLIZZERI Antonino, nato a Catania il 29/09/1977;
  • ISAIA Carmelo Orazio, inteso “Meluccio”, nato a Catania il 02/07/1988;
  • LANZAFAME Alessandro, inteso “la strega”, nato a Catania il 26/02/1979;
  • LANZAFAME Mario, nato a Giarre il 26/01/1959;
  • LAUDANI Concetto, di Giuseppe, nato a Catania il 14/12/1971;
  • LAUDANI Giuseppe, di Sebastiano, inteso “Pippo il grande”, nato a Catania il 19/7/1946;
  • LAUDANI Santo Orazio, fu Santo, inteso “Santuzzu”, nato a Catania il 23/08/1990;
  • LAUDANI Sebastiano, nato a Catania il 23/05/1926 (ai domiciliari);
  • LAUDANI Sebastiano, di Giuseppe, inteso ”Iano il grande”, nato a Catania il giorno 01/01/1969;
  • LAUDANI Sebastiano, fu Santo, inteso “Iano il piccolo”, nato a Catania il 23/06/1983;
  • LEONARDI Orazio, inteso “Maciste”, nato ad Acireale il 4/06/1964;
  • MAGRI’ Claudio Daniele, inteso “Claudio a Scecca”, nato a Paternò il 18/12/1979;
  • MANGIAGLI Daniele, nato a Catania il 20/03/1986;
  • MAUGERI Carmelo, nato a Catania il 29/04/1971;
  • MILITELLO Orazio, nato a Catania il 26/02/1950;
  • MINEO Salvatore, nato a Catania il 13/06/1971;
  • MORABITO Vincenzo, inteso “Enzo lima”, nato a Paternò il 16/10/1960 (ai domiciliari);
  • MUSCOLINO Giovanni, nato a Giarre il 26/01/1967;
  • MUSCOLINO Rosario, nato a Giarre il 25/11/1958;
  • NICOLOSI Giovanni Antonino, intesoqua qua”, nato a Catania il 13/06/1964;
  • NICOTRA Salvatore, intesoTuri da Macchia, nato a Giarre il 30/07/1957;
  • NUCIFORA Alfio, inteso “Alfio Sant’Alfio”, nato a Piedimonte Etneo il 28/09/1970;
  • PAPPALARDO Antonio Luca Josè, inteso “Pitbull, nato a Catania il 08/02/1979;
  • PARASILITI RANTONE Valerio, nato a Bronte il 12/04/1976;
  • PARENTI Giuseppe, nato a Paternò il 01/04/1982;
  • PARISI Giovanni, inteso “u ciuraru”, nato a Catania il 08/02/1965;
  • PARISI Leonardo, inteso “Leo Manitta”, nato a Piedimonte Etneo il 18/6/1970;
  • PARTINI Gianluigi Antonio, nato a Catania il 24/06/1986;
  • PATANE’ Leonardo, inteso “Nardo caramma”, nato a Giarre il 09/06/1953;
  • PENNISI Giovanni, nato a Catania il 17/09/1968;
  • PEZZINO Ottavio, nato a Catania il 21/12/1966;
  • PISTONE Francesco Antonio, intesoVurpitta”, nato a Catania il 14/06/1962;
  • PRIVITERA Antonio Carmelo Alessandro, inteso “Alessandro”, nato a Catania il 21/09/1969;
  • PUGLIA Antonino, nato a Calatabiano il 02/12/1969;
  • RAIMONDO Alessandro Giuseppe, inteso “Mattonella”, nato a Catania il 15/01/1972;
  • RAPISARDA Antonino, inteso “Nino u biondu”, nato a Paternò il 09/01/1970;
  • RAPISARDA Salvatore, inteso “Turi u porcu”, nato a Paternò l’1/12/1955;
  • RAPISARDA Vincenzo Salvatore, nato a Paternò il 02/02/1988;
  • ROMEO Alfio, inteso “Alfio Faviana”, nato a Piedimonte Etneo il 27/06/1963;
  • SANTONOCITO Filippo, nato a Catania il 08/09/1979;
  • SARDO Alfio Vincenzo, nato a San Gregorio di Catania il 05/04/1965;
  • SCALISI Concetta, nata ad Adrano il 25/12/1953;
  • SCARAVILLI Omar, nato a Catania il 02/02/1981;
  • SCIAMMACCA Nunzio, nato a Nissoria il 26/12/1956;
  • SCIUTO Orazio, nato ad Aci Catena il 22/02/1957;
  • SCUDERI Maria, nata a Catania il 08/03/1960;
  • SCUTO Orazio Salvatore, inteso “u vitraru”, nato ad Aci Catena l’1/01/1959;
  • SORBELLO Salvatore, intesoTuri farina o Turi u panitteri”, nato a Catania il giorno 11/3/1958;
  • SULFARO Mauro, nato ad Acireale il 29/05/1955;
  • TOMARCHIO Giuseppe, nato a Giarre il 18/09/1954;
  • TOMASELLI Maurizio, inteso “Manitta”, nato a Catania il 09/04/1969;
  • TORRISI Michele, nato ad Aci Sant’Antonio il 30/07/1967;
  • TORRISI Salvatore, intesoTuri u biondo”, nato a Catania il 25/06/1962;
  • TORRISI Sebastiano, intesoNello”, nato a Catania il 06/05/1968;
  • TROVATO Mario, inteso “Mario u biondu”, nato ad Acireale il 10/03/1962;
  • VECCHIA Giuseppe Salvatore, nato a Catania il 28/06/1965;
  • VENTURA Antonino Francesco, nato a Catania il 15/02/1980;
  • VIOLA Giuseppe, nato a Catania il 23/11/1953;
  • ZAPPALA’ Sebastiano, inteso “Nello”, nato a Catania il 12/01/1964;
  • ZIZZO Antonino Innocenzo, nato a Catania il 24/02/1961;
  • ZIZZO Gianni Luca, nato a Catania il 12/08/1981.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi