Catania: adescamento minori, una denuncia

Utilizzando un falso profilo facebook aveva contattato una tredicenne della provincia di Siracusa e poi spacciandosi per il responsabile di un’agenzia di moda le aveva chiesto incontri finalizzati probabilmente alla consumazione di prestazioni sessuali. Per questo gli agenti della polizia postale di Catania hanno denunciato un 40enne di Siracusa, libero professionista.

“Ti piace vestire sexy? Se ti invitassi in agenzia da me?” questi erano alcuni degli interrogativi che l’uomo poneva alla ragazzina. Andando più avanti nella conversazione l’uomo non ha esitato ad essere più esplicito scrivendo frasi come: “Se ti chiedessi di stare nuda davanti a me lo faresti? E se ti volessi toccare?”.

Le indagini della polizia postale  coordinate dalla procura distrettuale di Catania, hanno consentito di risalire all’odierno indagato che si connetteva dal suo studio professionale. L’uomo ha ammesso le proprie responsabilità, tra l’altro confermate dalla perquisizione informatica.

Sono in corso ulteriori indagini per comprendere se l’uomo abbia adescato altri minorenni.

Tante le iniziative messe in campo dalla Polizia, presente anche sui canali social con l’Agente Lisa e Vita da Social: il progetto “Colombo. Alla scoperta della Rete” giunto alla V edizione, che ha interessato lo scorso anno scolastico 86 istituti (scuole primarie, medie e superiori) di questa provincia, 16.000 studenti e 600 insegnanti, nonché tutte le iniziative di carattere nazionale quali il truck “Una vita da social” che il prossimo anno farà tappa a Catania e Caltagirone.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi