Catania: record di imbattibilità per la Rainbow

Primo risultato di una stagione da incorniciare conquistato a pieni voti: en plein di vittorie per la Rainbow Catania durante la stagione regolare. Le etnee oggi al PalaGalermo battono l’Ad Maiora per 76-36 stabilendo il record di imbattibilità nel campionato di serie B regionale di basket femminile. «Le ragazze stanno bene, spero continuino ad esserlo anche fisicamente e che siano preparate perché adesso viene il bello. Giocheremo con squadre alla nostra portata, che ci impegneranno davvero tanto» commenta il presidente della Rainbow Catania, Fabio Ferlito.

Una partita “quasi perfetta” per coach Di Piazza. «Non era una gara difficilissima, problematico è affrontare le gare con la giusta mentalità. Un inizio con il freno a mano, poi la gara man mano è cambiata». Pochi minuti in realtà col freno a mano tirato perché già dal primo quarto la superiorità tecnica e tattica delle catanesi è ben visibile. Il primo quarto finisce 20-5. «Abbiamo cominciato ad intensificare il gioco a poco a poco per riuscire a tenere la condizione fisica; si è preferito anticipare un po’ l’intensità del lavoro prima per andare in scioltezza dopo».

Senza storia gli altri tempi con la Rainbow straripante: 45-16 il parziale del secondo quarto, 65-25 quello del terzo periodo. La Rainbow si è quasi sempre mantenuta a +40 dalle ragusane che comunque hanno giocato con intensità sino all’ultimo minuto.  «Ho visto Chiarella confermarsi, Bonfiglio più integrata e anche Lidia Bruno e Sara Magrì più sciolte. Valentina Parisi ha giocato una gara in crescendo come qualità di gioco e Nadia Strano dopo una settimana di influenza è riuscita ad essere istintiva e d’altronde è quella la sua peculiarità. Ogni giocatore deve mantenere le proprie caratteristiche per rendere al meglio».

Diciotto vittorie su diciotto gare disputate. «Siamo molto felici di questo – affermano Francesca Chiarella e Giselle Villarruel – un bel primato».

Un occhio a oggi e il pensiero già rivolto a domani per coach Gabriella Di Piazza. «Spero di svolgere delle amichevoli perché è importante non perdere il ritmo del gioco e la condizione mentale della partita».

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi