Palermo: finti poliziotti rapinavano ville

Divise, tesserini, lampeggianti, decreti di perquisizione. Tutti falsi. Fingendosi poliziotti tre giovani palermitani riuscivano ad introdursi in ville che rapinavano sempre con lo stesso stratagemma. I tre utilizzavano tanto di frasi tipiche del gergo poliziesco e riuscivano ad entrare nelle case, alle prime luci dell’alba, grazie ai proprietari che aprivano loro le porte.

Lo scorso 13 dicembre poliziotti e carabinieri riuscirono a fare luce su una delle rapine, avvenuta il 18 novembre in un’abitazione di Villagrazia di Carini, arrestando due dei tre malviventi. Lo scorso 8 novembre cinque persone, di cui uno travisato da carabiniere, a Isola delle Femmine aveva suonato al citofono dell’abitazione di una donna, titolare di una tabaccheria, annunciando una perquisizione. I cinque hanno avuto facilmente accesso all’appartamento occupato dalla donna e dai suoi due figli.

Una volta entrati, i malviventi hanno rivelato le loro reali intenzioni con una frase che le indagini di polizia hanno accertato essere elemento di collegamento alle rapine: “la sceneggiata è finita, è in corso una rapina”. I due figli sono stati imbavagliati e legati ai polsi con fascette di plastica: il tentativo di reazione di uno dei due è stato tacitato con un violento calcio all’addome, mentre la donna è stata costretta a mostrare la cassaforte ed aprirla. Particolarmente considerevole il bottino dei malviventi fatto di preziosi per un valore di almeno 20 mila euro e la somma di 3 mila euro in contanti. Dopo breve tempo, il 20 novembre 2013, la banda di finti appartenenti alle forze dell’ordine è tornata a colpire, scegliendo, stavolta, la casa di un gioielliere di Partinico, sempre con il solito copione, inscenando l’esecuzione di una perquisizione. Anche in questo caso, i malviventi usarono metodi violenti e sbrigativi, concentrandosi sulla donna, minacciata con le brutte perché li conducesse nella attigua gioielleria e, per questo, scaraventata a terra.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi