Due siciliani in finale al premio Raduga

Due siciliani sono fra i finalisti del V premio Raduga – concorso letterario italo-russo.  Per la categoria giovane autore dell’anno, c’è il giovane Giovanni Duminuco di Caltanissetta e per la sezione miglior giovane traduttore dell’anno, Francesca Scandurra di Palermo.

Il concorso letterario italo russo è per scrittori e traduttori under 35 italiani che russi, istituito nel 2010 dall’associazione Conoscere Eurasia di Verona e dall’istituto letterario Gor’kij di Mosca.

Il premio, con cadenza annuale, si propone di rafforzare i rapporti culturali italo russi, oltre a fornire l’occasione di presentare la propria scrittura al mondo editoriale e ad un ampio pubblico di lettori. La rosa dei dieci racconti finalisti, di cui cinque in lingua russa, è stata selezionata tra gli oltre 140 autori partecipanti che, insieme ai 27 traduttori, fanno del premio Raduga 2014 l’edizione da record dalla sua istituzione.

Con il suo racconto ‘La ferita’, Giovanni Duminuco corre per il titolo di ‘Giovane autore dell’anno’, sezione italiana, insieme a Gianluca Boroni di Brescia con ‘Sette nani’, Gianluca Lattuada di Milano con ‘Pasticceria dal 1908’; Cristina Ottelli di Trento con ‘Gestazione di un angelo’ e Livio Santoro di Napoli con ‘I romantici e la fine del mondo’.

Per la seconda categoria in concorso ‘Miglior giovane traduttore dell’anno’ i finalisti italiani sono: Giacomo Foni di Arezzo, Niccolò Galmarini di Roma, Chiara Rampazzo di Vigonovo (Venezia), Liliana Scala di Campobasso e Francesca Scandurra di Palermo

 

Maria Chiara Ferraù

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi