Città metropolitane, lettera aperta del centro studi Metropolis

Il centro studi Metropolis affronta il problema relativo alla bocciatura del decreto legge per l’istituzione delle città metropolitane in Sicilia. “E’ inaudito sotto tutti i punti di vista e principalmente quello politico-economico, che una maggioranza parlamentare si sia dimostrata rancorosa e inopportuna votando “no” a dispregio dello sviluppo delle città siciliane di Palermo, Messina e Catania e che di fatto ha cancellato il decreto che istituiva le città metropolitane in Sicilia”.

“Questa scelta – prosegue il presidente di Metropolis, Pippo Isgrò – priva di logiche serie e credibili, causerà inevitabilmente gravi danni all’economia dell’isola. Non parliamo poi della mancanza di volontà nel definire in tempi brevi la questione delle province che stanno precipitando nel baratro più profondo, per mancanza di chiarezza e determinazione politica. Tutto ciò premesso, invito l’onorevole Valentina Zafarana, portavoce del Movimento 5 stelle, a fare il punto sulle motivazioni politico economiche che hanno portato il suo partito ad esprimere un voto contrario sull’istituzione delle città metropolitane. I signori parlamentari del no devono spiegare al popolo siciliano con estrema chiarezza i motivi di questa scelta scellerata che mette inequivocabilmente il freno a mano all’economia e quindi allo sviluppo della Sicilia. Fior di economisti che si occupano di Programmazione Economico Territoriale e non politici miracolati dalla confusione hanno più volte ribadito che le città metropolitane sono istituzioni necessarie che devono inserirsi a pieno titolo nell’architettura dei vari livelli di governo territoriale. Rappresentano quindi una innovazione originale, necessaria e moderna, all’interno di un processo d costruzione virtuosa, di un federalismo dal volto umano caratterizzato da efficienza, responsabilizzazione e semplificazione della burocrazia. La ragione principale di far diventare città metropolitane Palermo,Catania e Messina sta nel fatto che nelle tre città si concentra la gran parte della popolazione, del Pil, del gettito fiscale e buona parte degli investimenti pubblici del paese dove la frammentazione dell’organizzazione territoriale, è un grave “Gap.”

La vera ma non unica  necessità, della istituzione delle città metropolitane in Sicilia, è realizzare finalmente,una vera integrazione dell’azione pubblica  nelle aree metropolitane,che dovranno essere dotate di nuove funzioni e concrete risorse finanziarie e fiscali proprie,differenziate a seconda degli ordinamenti territoriali. Fino ad oggi devo amaramente registrare, che si è perso tempo giocando a fare i rappresentanti del popolo e infischiandosene degli interessi dei Siciliani. Mi auguro che L’On Zafarana,i parlamentari del Movimento 5 Stelle e tutti gli altri deputati che hanno bocciato il decreto, si facciano avanti dando spiegazioni politico amministrative plausibili”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi