Sbarca a Napoli “Le vene violate”, il libro su Attilio Manca di Luciano Armeli

Presentazione partenopea per “Le vene violate”, il romanzo di Luciano Armeli Iapichino, sulla storia di Attilio Manca, l’urologo barcellonese misteriosamente scomparso, la cui morte è attribuita a contatti avuti dal medico messinese in Francia, con l’allora latitante Bernardo Provenzano. L’appuntamento è per domani mattina alle 10 nell’aula magna di Santa Patrizia a Napoli.

Il libro scritto dal docente di lettere di Galati Mamertino, Luciano Armeli, si legge tutto d’un fiato e ripercorre la storia di Attilio Manca in un modo unico, in punta di piedi ci fa entrare nella vita di questo grande medico che fu soprattutto un ottimo figlio, fratello, studioso e una bella persona.

Alla presentazione del volume, organizzata dall’associazione nazionale amici Attilio Manca, in collaborazione con il coordinamento campano dei familiari delle vittime di criminalità, l’associazione Libera e l’amministrazione comunale di Napoli, interverranno, fra gli altri, Diego Bouché, direttore scolastico regionale; Alessandra Clemente, assessore alle politiche giovanili, creatività e innovazione del Comune di Napoli; Stefano De Barba, presidente dell’associazione nazionale Amici Attilio Manca; Bruno Vallefuoco, coordinamento campano dei familiari delle vittime di criminalità; Aldo Cimmino, Libera Napoli e Gianluca Manca, fratello di Attilio e membro dell’associazione nazionale amici Attilio Manca. Concluderà i lavori il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, alla presenza dell’autore Luciano Armeli Iapichino.

Nel corso della mattinata l’attrice Annalisa Insardà leggerà alcuni brani del libro. Modererà i lavori Valerio Esca, cronista del quotidiano Il mattino.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi