Misilmeri (Pa): poliziotto spara al figlio e si suicida. Il bambino è gravissimo

Dramma familiare nel palermitano, più precisamente a Misilmeri. Ivan Irrera, 38 anni, poliziotto della squadra mobile di Palermo ha prima sparato al figlio che dormiva per poi togliersi la vita, con la pistola d’ordinanza. Il piccolo è gravissimo.

I medici del reparto di neurochirurgia dell’ospedale Civico di Palermo lo hanno sottoposto a un intervento d’urgenza per rimuovere frammenti ossei, emostasi e ricostruire la dura madre. L’intervento è riuscito ma il piccolo rimane ancora in pericolo di vita. Le sue condizioni sono gravissime, come si legge nel bollettino medico. “Se rimarrà in vita – ha spiegato Amerigo Stabile, direttore del dipartimento di emergenza e urgenza dell’ospedale Civico di Palermo – rimarranno lesioni neurologiche importanti”.

Secondo le prime ricostruzioni dei colleghi, il poliziotto rientrato alle 6.30 del mattino sarebbe entrato nella stanza del figlio e gli ha sparato per poi uccidersi. La moglie è stata svegliata dai colpi di pistola e davanti a lei si è presentata una scena terribile. L’altra figlia della coppia, una 14enne, non era in casa al momento perché fortunatamente era ospite da una parente. Non si conoscono ancora i motivi che hanno indotto il poliziotto a compiere il folle gesto. La coppia e i due figli oggi sarebbero dovuti partire per Milano per partecipare alla prima comunione di un nipote.

La notizia  ha sconvolto i compagni di classe del piccolo che stamattina si trovavano a villa Di Napoli per  la manifestazione “Palermo apre le porte”, organizzata dal comune. La notizia della tragedia è arrivata proprio mentre era in corso la cerimonia. I bambini e i loro  genitori sono scoppiati in lacrime. I piccoli ora sono assistiti da una psicologa. L’amministrazione ha subito sospeso la manifestazione.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi