Palermo: la mafia nella cantieristica navale

Le mani della mafia sui cantieri navali tra Palermo, Liguria e Veneto. Agenti della Dda del capoluogo siciliano hanno disarticolato un’associazione a delinquere facente capo alla cosca mafiosa dei quartieri Acquasanta – Arenella. Arrestati, con l’accusa di associazione mafiosa: Vito Galatolo, Rosalia Viola, Giuseppe Corradengo, Domenico Passarello, Rosario Viola e Vincenzo Procida.

Il gip Piergiorgio Morosini ha anche disposto il sequestro dell’intero complesso aziendale delle società Nuova Navalcoibent srl con sede a La Spezia, Eurocoibenti srl e Savemar srl, entrambe con sede a Palermo.

Alcune imprese, fondate con capitali mafiosi e rette da soggetti vicini alle cosche, si erano stabilite e affermate in Liguria e nei principali porti dell’Adriatico. In questo modo riuscivano anche a riciclare ingenti capitali illeciti e realizzare enormi guadagni. 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi