Messina: professionisti in passerella per solidarietà

Medici, avvocati, artisti, giornalisti, creativi, imprenditori, politici, coppie e mamme modelli per una sera. Dovranno lasciare da parte per qualche ora la propria professione e l’imbarazzo per indossare abiti e gioielli di aziende e negozi locali in occasione di “Messina in passerella – la solidarietà è di moda”, un evento promosso dal centro clinico Nemo Sud. L’appuntamento è per venerdì 12 aprile al Palacultura di Messina. Alla manifestazione prenderanno parte più di 135 professionisti.

La serata, che inizierà alle 21, sarà presentata dal giornalista Massimiliano Cavalieri e vedrà la partecipazione anche degli attori Angelo Campolo e Ivana Zimbaro, del presidente dell’ordine dei medici Giacomo Caudo; delle sezioni locali della società medici generici e delle associazioni donne medico e mogli medici, presiedute da Santi Inferrera, Rosa Maria Petrelli e Ileana Padovano Rotondo e della responsabile comunicazione Nemo di Milano, Elena Zanella.

Sarà un motivo in più per riflettere sull’importanza di avere a Messina il riferimento d’eccellenza nel Sud Italia per i pazienti affetti da malattie neuromuscolari e degenerative come Sla, Sma e distrofie muscolari.

La struttura, inaugurata a settembre scorso nel padiglione B della cittadella ospedaliera e diretta da Giuseppe Vita, già direttore del dipartimento Neurologia e Malattie neuromuscolari dell’Università, intervistato durante lo spettacolo dal giornalista Gigi Cartagenova, è l’alterego meridionale dell’ospedale Niguarda di Milano e adotta l’innovativo approccio multidisciplinare con cui vengono trattati i malati, solo in Sicilia oltre 3000. Nello scorso mese sono iniziati i ricoveri ospedalieri con 10 posti letto che a breve diventeranno 20, cui si aggiungono 2 day hospital e gli ambulatori, che prevedono varie figure professionali a fianco dei pazienti e delle loro famiglie, come lo psicologo. 

L’evento di venerdì 12 è patrocinato da Comune e Provincia, è organizzato dalla fondazione Aurora Onlus, ente nato dalla collaborazione tra UILDM (Unione lotta alla distrogia muscolare), fondazione TeleThon, AISLA (associazione italiana sclerosi multipla laterale amiotrofica) e Policlinico universitario G.Martino, e coordinato da Letizia Bucalo, responsabile comunicazione, marketing e fundraising, che è riuscita a coinvolgere amici e conoscenti di diversi ambiti lavorativi, pronti a fare da testimonial per una causa così nobile e accendere i riflettori sulla valorizzazione del neonato centro.

Per informazioni e inviti è possibile contattare il numero 090.2217191.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi