Enna (Cl): i sanitari nella gestione delle vittime di violenza

Si è svolto a Enna il corso di aggiornamento dal tema “I sanitari nella gestione delle vittime di violenza e nella scena del crimine” presso la sala congressi dell’hotel Federico II, organizzato dai collegi provinciali Ipasvi di Enna e Siracusa. Grande entusiasmo e partecipazione per l’intervenuta presenza della Polizia Scientifica della Questura di Enna diretta dal Questore Ferdinando Guarino.

Il tema di grande attualità  La Scena del Crimine con i protocolli operativi tra Sanitari e Forze dell’ordine è la sfida dei nostri tempi, che mira a trovare moderne risposte tecniche, metodologiche e organizzative, volte a elevare costantemente gli standard qualitativi dell’attività di raccolta delle prove su qualunque tipologia di scena del crimine, rispondendo alle sempre più sentite aspettative di sicurezza della società civile e alle nuove esigenze del processo penale.  Il primo intervento, la prima percezione  della natura e gravità dell’evento, le prime attività sono di fondamentale importanza, affinché  la scena del crimine rimanga integra, e sia in grado di riflettere, come uno specchio, le caratteristiche principali del comportamento del colpevole e la sua firma.

Tra gli specialisti della Scena del crimine, che hanno illustrato i protocolli di intervento e le modalità di investigazione scientifiche, oltre al Sovrintendente della Polizia di Stato Abele Cataldo e all’Assistente Giulia Buono, operatori del Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica di Enna, si è registrata la prestigiosa presenza della Biologa, Direttore Tecnico del Gabinetto Regionale Polizia Scientifica di Palermo, Dott.ssa Paola Di Simone.

Prezioso contributo tecnico operativo è stato dato, inoltre, dal Medico Principale della Polizia di Stato Dott.ssa Letizia Galtieri, Medico Legale, e dal Sostituto Commissario Mario Martello, addetto alla Sezione Volanti della Questura di Enna.

Di grande interesse anche l’intervento della nota Criminologa Dott.ssa Roberta Bruzzone, che ha illustrato  le tecniche e strategie per il repertamento delle tracce di violenza sessuale e la migliore gestione delle vittime adulte e minori. La dott.ssa Bruzzone, conosciuta in campo nazionale e internazionale per essersi occupata come Consulente Tecnico di parte di casi di cronaca noti quali il delitto di Melania Rea, di Sara Scazzi e altri, ha sottolineato la grande importanza che riveste l’attuazione di un protocollo di intervento da parte dei sanitari sulla scena del crimine. Tema centrale della giornata è stato il protocollo operativo dell’intervento sanitario, presentato ed elaborato dall’infermiere forense e forensic examiner Tonino Pastro del locale Pronto Soccorso, in collaborazione con la dott. ssa Bruzzone, formulato sulla base della disamina di circa 200 casi di Eventi Delittuosi con l’intervento dei sanitari del 118. Relatori di prestigio intervenuti, infine, il Prof. Giulio Cardia e la Dott.ssa Elvira Ventura Spagnolo, Medici Legale del Policlinico di Messina.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi