Naro (Ag): “senza limite” con Serenella Bianchini e Vincenzo Bocciarelli

viaggio tra musica e poesia

Due appuntamenti nell’agrigentino con “Senza limite” con Serenella Bianchini e Vincenzo Bocciarelli. Appuntamento il 24 agosto al castello di Chiaramonte, a Naro, nell’agrigentino e il 25 agosto al tempio di Giunone di Agrigento.

L’attore toscano Vincenzo Bocciarelli consolida il suo rapporto con la Sicilia, scegliendo la valle dei templi di Agrigento per il suo prossimo spettacolo. Negli anni Novanta e negli anni Duemila ha recitato in tutti i luoghi antichi della Sicilia, da Taormina a Siracusa, da Segesta a Tindari e nel 1996 ha portato il suo teatro allo Spasimo di Palermo, uno spazio fuori dal tempo.

Mancavano le suggestioni dell’antica Akragas e la prossima settimana il cerchio si chiuderà con la sua recita ai piedi del tempio di Giunone, grazie alla tenacia di Serenella Bianchini, autrice, regista ed interprete di “Senza limite” che andrà in scena in prima nazionale nelle due serate di fine agosto.

Vincenzo Bocciarelli comincia la sua attività da giovanissimo, da allievo di Giorgio Strehler, del quale quest’anno si ricordano i 100 anni dalla nascita. La performance siciliana sarà dedicata al fondatore del piccolo teatro di Milano. Bocciarelli è stato poi allievo e attore protagonista in diverse produzioni teatrali firmate da Giorgio Albertazzi. Ha recitato e lavorato per produzioni internazionali di teatro, cinema e televisione, in Italia e all’estero, soprattutto in India dove è molto apprezzato.

“Per me è davvero una grande emozione tornare a recitare in Sicilia – dichiara Bocciarelli – da dove ho tratto forza e ispirazione agli inizi della mia carriera, quando accanto a grandi nomi del teatro come Valeria Moriconi, Giorgio Albertazzi, Irene Papas, Roberto Herlizkca, Riccardo Garrone, solo per citarne alcuni, ho condiviso i più importanti teatri di questa terra come il teatro antico di Taormina e il teatro greco di Siracusa, ma anche quelli di Tindari e Segesta. Mi mancava la valle dei templi di Agrigento dove non vedo l’ora di debuttare”. Bocciarelli ricorda anche che il suo primo ruolo da protagonista lo aveva recitato a Palermo, nell’Eliogabalo di Antonin Artoud, allo Spasimo.

Senza limite” è un viaggio sensoriale fatto di suoni, parole e interpretazione. Un percorso evocativo che trasforma il momento di crisi dal quale tutti proviamo ad usire, dopo oltre un anno di restrizioni e sofferenze, in una grande opportunità per crescere e dimenticare i nostri freni mentali, provando ad andare appunto oltre i limiti. “Ho deciso di aderire alla proposta di Serenella Bianchini – spiega Bocciarelli – perché  ritengo che risponda a molti quesiti sul momento difficile che stiamo vivendo. Sono certo che avrà un impatto emozionale molto forte sul pubblico”.

Non mancheranno i monologhi e gli attimi di teatro nel teatro, quasi un omaggio a Luigi Pirandello, considerato sempre come il padrone di casa ad Agrigento. “Il mio amore per la Sicilia – anticipa Bocciarelli, che di quest’opera è interprete e coautore – sarà sottolineato anche attraverso la lettura di una novella dello scrittore palermitano Andrea Giostra. Ho già avuto modo di interpretare i suoi testi nel mio spettacolo realizzato durante il lockdown 2020, il “Bocciarelli Home Theater”, che ha avuto un buon successo di pubblico e una grande attenzione da parte della stampa nazionale”.

“L’opera teatrale – spiega Serenella Bianchini, figlia dell’antropologo Gerlando, autore di numerose scoperte della preistoria siciliana sul territorio agrigentino – prevede un incipit che conduce lo spettatore verso l’inizio primordiale, dove tutto è amore. È il percorso dell’anima che grida al silenzio che circonda l’uomo, alla paura che scardina le certezze della vita. E che dona quell’energia primitiva conservata in un codice, quello maschile e quello femminile, rigeneratrice della verità scritta dentro di noi, essendo l’uomo il centro dell’universo nell’espressione di Dio”.

Testi e musiche originali a cura di Serenella Bianchini. Le due serate vedranno l’esibizione dell’ensemble «Notevoli Note» diretto da Paolo Padalino e composta da Sabrina Ciliberto (pianoforte), Mauro Patti (percussioni) e Stefan Mircea Cutean (flauto). Le voci liriche saranno quelle di Diana Vassallo (soprano) e Christian Chiapperini (baritono).

Le rappresentazioni cominceranno alle 21. L’ingresso è gratuito, fino a esaurimento posti. Nel rispetto delle norme sul distanziamento, saranno disponibili 100 posti a Naro e 500 alla Valle dei Templi. Serenella Bianchini ringrazia per il contributo gli sponsor Cantina Marchesi di Rampagallo, Moncada energy-group, Graceffa costruzioni calcestruzzi e Majorca bridal Showroom.

Commenti
Caricamento...