Tortorici (Me): conclusi i festeggiamenti di San Sebastiano

Sì è conclusa la festa di primavera del patrono di Tortorici, San Sebastiano. Numerosissimi i fedeli che hanno reso omaggio al protettore del centro nebroideo in una festa che è sempre di più anche un richiamo per i turisti. Proprio in occasione della festa di maggio a Tortorici sono arrivati anche molti fedeli della provincia di Siracusa, provenienti da quei centri in cui si celebra San Sebastiano quale patrono.

Lo scorso inverno una delegazione di nudi di Tortorici, i fedeli vestiti di bianco e a piedi scalzi, avevano partecipato alla festa di San Sebastiano a Floridia, nel siracusano. E questa volta sono venuti da Floridia con il loro abbigliamento caratteristico: vestiti bianchi, fascia rossa e un mazzolino di fiori in mano.

Come per ogni festa di San Sebastiano, tutti i momenti sono stati scanditi dai rintocchi della campana del Duomo, la stessa ritrovata durante una processione della statua del Santo dopo il diluvio del 1682 che aveva fatto sparire il possente campanone.

Il campanile ha assunto una veste rinnovata grazie ad un faro donato dall’associazione i nudi e installato per fare risaltare ancora di più la struttura architettonica. 

Oggi, in occasione dei festeggiamenti di San Sebastiano di maggio, prima della messa solenne è stato donato al patrono un agnellino, come vuole l’antica tradizione anche perché la festa di maggio era nata per dare la possibilità agli allevatori di poter partecipare alla festa in onore del patrono che si svolgeva inizialmente soltanto nel mese di gennaio, periodo in cui gli allevatori erano con le mandrie nelle zone di montagna, specialmente nel siracusano. Proprio dalla provincia  di Siracusa,fedeli hanno reso omaggio al patrono comune, San Sebastiano, donando delle immagini raffiguranti il simulacro del Santo.

Al termine della messa si è svolta come ogni volta la questua per le vie del paese a cui intorno alle 16:00 è seguita la processione dalla chiesa madre e per tutto il centro storico. Al rientro si è svolto il tradizionale balletto della vara e la messa finale di saluto. Nelle serate di sabato e domenica, per la prima volta dopo decenni, spazio anche agli appuntamenti con la musica e il cabaret in piazza.

La festa di San Sebastiano dà appuntamento al prossimo gennaio 2020. Intanto questa sera è prevista una serata danzante e l’estrazione dei numeri della lotteria di San Sebastiano.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi