Gioiosa Marea (Me): tutto pronto per la festa della mietitura

È arrivata alla settima edizione la festa della mietitura di Gioiosa Marea, nel messinese, organizzata dall’associazione culturale La Spiga. Oltre alla tradizionale mietitura a mano a cui è possibile partecipare attivamente, ai canti e ai balli popolari e ai giochi tradizionali, quest’anno si sono aggiunte interessanti novità.

La prima è il palio della spiega. Sarà una vera e propria gara di mietitura a mano del grano tra le squadre delle contrade di Gioiosa Marea e dei paesi limitrofi. Ciascun team dovrà mietere il grano e poi legarlo in “gregne”. La contrada che completerà per prima tutti i procedimenti vincerà il palio e sarà iscritta nell’albo d’oro e potrà ottenere il premio previsto a base di prodotti tipici locali offerto dagli sponsor della manifestazione.

Ritorna la gara del dolce della spiga, una competizione tra le migliori massaie del comprensorio che si sfidano “con dolcezza” per conquistare il palato di una giuria di esperti. In palio una minicrociera alle Eolie per due persone offerta da Tarnav navigazioni.

C’è tempo fino al 10 luglio per iscriversi alle competizioni.

Tra le novità di quest’anno la collaborazione con il Gal Nebrodi Plus che presenterà le iniziative per Expo 2015 che si terranno a Milano dal 20 al 26 luglio prossimi. In particolare, si parlerà della giornata dedicata ai grani antichi, al pane e ai cereali dei Nebrodi e di strategie promozionali del territorio. Alla manifestazione di domenica 12 luglio saranno presenti il presidente del Gal Nebrodi Plus, Francesco Calanna; il sindaco di Gioiosa marea, Eduardo Spinella e il primo cittadino di Montagnareale, Anna Sidoti.

Non mancheranno i giochi popolari come ogni anno, il mercatino dei produttori locali, le passeggiate in mezzo alla natura e i canti della tradizione. Ad arricchire la manifestazione saranno le musiche e le danze legate alla vita rurale, a cura del gruppo folk Il Meliuso di Gioiosa Marea. A conclusione la tradizionale maccheronata e tutti i dolci in gara. A fine serata sarà sorteggiata una cena per quattro persone offerta dall’agriturismo Santa Margherita di Gioiosa Marea.

Nella contrada Landro di Gioiosa Marea si rivivrà quello che era un vero e proprio rito: la mietitura del grano fatta a mano, accompagnata da giochi, musica e canti. I braccianti vestiranno con abiti tradizionali e utilizzeranno gli indumenti e gli strumenti propri per la falciatura del grano: grembiule e copribraccio di tela pesante, “canneddi” (protezioni per le dita fatte con le canne), falce. Il grano viene poi legato in fascine e ammucchiato per farlo asciugare fino al momento della trebbiatura.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi