Catania: CineMigrare, la prima tappa all’ex monastero dei Benedettini

L’ex monastero dei Benedettini di Catania ospita la prima tappa della rassegna “CineMigrare”, sull’immigrazione e l’integrazione culturale. L’evento, alla prima edizione, prevede la proiezione di 2 documentari e 2 cortometraggi legati al tema dell’integrazione di stranieri ed espressioni di comunità immigrate presenti in Italia.

Il festival nasce nell’ambito della programmazione internazionale dell’hub International film fest ed è organizzato dall’associazione culturale “no name” in collaborazione con il centro di progettazione e ricerche geografiche Pro-geo e le associazioni Hubitalia e Gravina arte con il patrocinio del dipartimento di scienze umanistiche dell’università degli studi di Catania.

La rassegna si svolgerà il 12 maggio all’auditorium Giancarlo De Carlo e prevede non solo la proiezione di documentai e cortometraggi, ma anche due conferenze con i registi Francesco Di Martino (“’u stissu sangu – storie più a sud di Tunisi), Fabio Schifilliti (Al di là del mare:la paura e la speranza) e Daniel Pellegrino (Tor).

Nell’occasione i registi riceveranno  lo speciale premio CineMigrare 2017 per “aver saputo veicolare la conoscenza del tema dell’immigrazione e dell’integrazione”. Inoltre, ad arricchire gli incontri in qualità di moderatori e relatori ci saranno Nunzio Famoso, docente universitario di geografia; Alessadnro Aiello, della scuola Fuori norma; Lucio Di Mauro, giornalista televisivo e Andrea Maglia, giornalista, in qualità di moderatori e relatori degli incontri.

Programma completo della rassegna:

VENERDÌ 12 MAGGIO 2017

Ore 11.00

Andrea Maglia (giornalista), Alessandro Aiello (Scuola Fuori Norma), Francesco Di Martino (regista), “U stisso sangu, il crudo racconto del viaggio della speranza”. Prevista un’apertura con proiezione del cortometraggio Il potere dell’oro rosso e una chiusura con premiazione del regista e proiezione del documentario U stisso sangu – Storie più a Sud di Tunisi.

Ore 18.00

Lucio Di Mauro (giornalista televisivo), Nunzio Famoso (docente universitario di Geografia), Daniel Pellegrino (regista), Fabio Schifilliti (regista), “Mediterraneo, nuovi scenari geopolitici”. Prevista la proiezione del cortometraggio Tor e del documentario Al di là del mare e la premiazione dei registi ospiti.

FRANCESCO DI MARTINO – Fotografo freelance, nasce a Noto (SR), un piccolo paese della Sicilia sud-est, nel 1982. Nel 2000 comincia l’attività di fotogiornalista, collaborando con il quotidiano “La Sicilia”, e periodicamente con “Il Giornale di Sicilia” e “La Gazzetta del Sud”. Sue foto sono inoltre state pubblicate dalla rivista “Cucina e Vini” (Alexandra Editrice s.r.l. Roma), “Il Manifesto”, “Il Corriere della Sera”, “Ansa Sicilia” e il quotidiano “Carta” (col quale collabora attualmente in maniera periodica). Dal 2004 lavora inoltre come fotografo per il portale di eventi “Siciliantagonista.org”. Nel 2007 è ideatore e artista (fotografia) del progetto “Impressioni Siciliane (scomposte)”, una mostra di foto, video e poesie sulla Sicilia sudorientale.

FABIO SCHIFILLITI – Nel 2005 gira il suo primo cortometraggio Infinito Blu, vincitore di diversi premi. Negli anni seguenti firma la regia di un cortometraggio girato per l’università, poi scrive e dirige il suo secondo corto Sinfonia&Follia (2007), vincitore di altrettanti riconoscimenti. In qualità di stagista, sempre nel 2007, è sul set di Grande, Grosso e Verdone (nell’ultima parte di riprese del film, tenutesi a Taormina) e nel 2010 è sul set di Fairytale, diretto da Christian Bisceglia e Ascanio Malgarini. Il suo ultimo lavoro più importante è un documentario inedito su Giuseppe Tornatore dal titolo Nell’occhio di un genio. Nel 2012 gira un documentario di grande successo sulla poetessa Maria Costa dal titolo Come le onde, e poi lavora sul set di The Elevator (di Massimo Coglitore) per realizzare il backstage ufficiale del film. Tra il 2007 e il 2013 cura la regia di diversi spot pubblicitari, tra cui il più importante di tutti: Caffè Barbera.

DANIEL PELLEGRINO – Daniel Pellegrino ​vive a Londra, dove è nato nel 1977 da genitori siciliani emigrati in Inghilterra. Nel 1992, all’età di quindici anni si trasferisce a Catania insieme alla famiglia, dove frequenta l’Istituto d’Arte prima di ritornare definitivamente a Londra nel 2000. Daniel ha esordito come attore nel 2001, vincendo il primo premio alla “02 Arena” di Greenwich. Dopo la sua prima esperienza come attore, Daniel ha continuato a studiare recitazione e ha partecipato a diversi film lavorando con attori del calibro di Dustin Hoffman e Simon Pegg. Nel 2007 decide di approfondire le proprie conoscenze e produrre alcuni suoi progetti.

Elenco completo opere proiettate:

  1. U stisso sangu– Storie più a Sud di Tunisi, Francesco Di Martino, 2009 (55 minuti, documentario);
  2. Al di là del mare, Fabio Schifilliti (in qualità di supervisore alla regia), 2016, (21 minuti, documentario);
  3. Tor, Daniel Pellegrino, 2017 (15 minuti, cortometraggio)
  4. Il potere dell’oro rosso, Davide Minnella, 2015 (19 minuti, cortometraggio).

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi