Niscemi (Cl): carcere duro per il boss Giugno

Carcere duro per Giancarlo Maria Lucio Giugno, già boss di Niscemi, centro in provincia di Caltanissetta, 54 anni. Lo ha deciso il ministero della giustizia che ha accolto la richiesta della procura di Catania.

Giugno, insieme ad altre 9 persone era stato arrestato lo scorso 15 febbraio dalla Polizia nell’ambito dell’operazione “Rewind”. Rispondeva insieme agli altri indagati, dell’omicidio di Roberto Bennici.

Un altro duro colpo alla mafia di Niscemi è stato messo a segno dalla polizia nell’operazione “Colpo su colpo” con 8 arresti emessi lo scorso aprile. Anche questa volta scattarono le manette ai polsi di Giugno e ad altre 7 persone, tra cui il noto Piddu madonia.

Giancarlo Giugno, attualmente detenuto al carcere Bicocca di Catania, sarà trasferito in una struttura carceraria idonea per il regime di detenzione duro del 41 bis.

L’arresto di Giugno e di altri esponenti di spicco della consorteria mafiosa di cosa nostra niscemese consente di proseguire quell’azione costante di liberazione dalla presenza mafiosa nella città di Niscemi e infonde coraggio negli operatori economici della cittadina nissena, che, una volta per tutte, potranno coalizzarsi per contrastare efficacemente il racket delle estorsioni, costituendo una associazione antiracket ed antiusura, con il supporto di tutte le forze dell’ordine e delle principali istituzioni.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi