Messina. Zafarana e Cannistrà in visita al Cirs

La deputata regionale Valentina Zafarana e la consigliera comunale di Messina, Cristina Cannistrà, sono state in visita alla sede del Cirs. Con loro si è discusso anche della creazione del palazzo della donna.

Ad illustrare alle rappresentanti istituzionali le finalità del progetto è stata la presidentessa nazionale del Cirs, Maria Celeste Celi. L’obiettivo è quello di intercettare i bisogni del territorio in materia di contrasto alla violenza sulle donne, ma anche nell’incremento della presenza femminile in politica e in posizioni dirigenziali apicali.

Attraverso la realizzazione dell’iniziativa saranno implementati anche i servizi per l’infanzia e attuate numerose azioni di utilità sociale.

La presidentessa del Cirs, Maria Celeste Celi, nel corso dell’incontro ha sottolineato l’importanza della presenza delle istituzioni, con l’obiettivo di portare al governo regionale e a quello nazionale le istanze utili alla concretizzazione del progetto. Nel corso dell’incontro l’onorevole Zafarana si è impegnata a presentare il progetto all’assessore regionale alle politiche sociali, Antonio Scavone, con cui nei prossimi giorni organizzerà un incontro alla presenza della dirigenza del Cirs.

Zafarana, inoltra, ha proposto al governo regionale, di voler valutare l’inserimento all’interno dei bandi regionali del fondo sociale europeo, tra i destinatari degli interventi per i soggetti a rischio di esclusione sociale, anche le donne vittime di violenza. In ambito comunale, il palazzo della donna ha incassato l’apprezzamento della consigliera Cannistrà. La rappresentante del consiglio comunale ha assicurato che si farà portavoce delle istanze del Cirs con il presidente della settimana commissione consiliare politiche sociali per sostenere un progetto che riguarda la città intera e le cui finalità sociali meritano di essere sostenute.

All’incontro hanno preso parte Acisjf Messina-Terra solidale, arcigay Messina, arb, eimì, Iride, Ammi, C.A.V. Quarenghi Messina, ANolf Cisl e Cesv.

Zafarana e Cannistrà hanno poi visitato la casa famiglia del Cirs incontrando le ospiti e le operatrici. Ne è scaturito un costruttivo momento di confronto in cui le ragazze hanno raccontato il loro percorso di vita e crescita all’interno della struttura, manifestando alle rappresentanti politiche le loro aspirazioni ed esigenze per il futuro, nell’ottica di una piena attuazione del processo di integrazione sociale e di inserimento nel tessuto lavorativo.

Commenti
Caricamento...