Patti (Me): avvicendamenti ai comandi delle stazioni carabinieri

Lo scorso 27 aprile si sono succeduti avvicendamenti al comando delle stazioni carabinieri di Floresta, Ucria, Sant’Angeo di Brolo e alla guida della sezione radiomobile della compagnia di Patti, nel messinese.

Il maresciallo Tommaso Maggio ha assunto il comando della stazione carabinieri di Ucria, prendendo il posto del maresciallo capo Giovanni Salleo Magno, assegnato al comando della stazione carabinieri di Floresta. Maggio, 31 anni, originario di Nicosia, nell’ennese, prima di assumere l’attuale incarico, è stato per 6 anni in servizio alla stazione carabinieri di Piraino e, prima ancora, ha ricoperto altri incarichi  in stazioni della Locride dove è stato destinato al termine del corso formativo, svolto presso la scuola allievi marescialli e brigadieri di Velletri e Firenze.

Di più lunga esperienza di servizio è il maresciallo capo Giovanni Salleo Magno, 45 anni, originario di Sinagra e che ha assunto il comando della stazione di Floresta. Dopo un primo periodo trascorso in provincia di Milano ha retto, tra il 2004 e il 2005, il comando delle stazioni di San Calogero e Joppolo nella provincia di Vibo Valentia, in un’area particolarmente sensibile sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica per la radicata e pervicace presenza di criminalità organizzata. Proprio dal 2015 a ieri ha ininterrottamente mantenuto il comando della stazione di Ucria.

Il 19 febbraio scorso, invece, sempre nell’ambito della compagnia carabinieri di Patti, il maresciallo maggiore Salvatore Ferrara, milazzese, 44 anni, dopo 10 anni trascorsi al comando della stazione carabinieri di Terme Vigliatore, estremamente impegnata al contrasto delle organizzazioni malavitose barcellonesi e, prima ancora, dopo cinque anni di servizio alla stazione di Palermo-Brancaccio e dopo altri 7 anni presso altri comandi nelle province di Pesaro-Urbino, Nuoro e Cagliari, ha assunto il comando della stazione di Sant’Angelo di Brolo, subentrando al luogotenente Concetto Munafò, congedatosi per sopraggiunti limiti di età

Ancora, lo scorso 10 febbraio, il maresciallo maggiore Antonio Di Fidio, 48 anni, originario di Trinitapoli ha assunto il prestigioso incarico di comandante della sezione radiomobile della compagnia di Patti, dopo 18 anni al comando della stazione di Raccuja e prima ancora vice comandante per quasi due anni della stazione di Sant’Angelo di Brolo e per altri due alla stazione di Brolo.

Infine, al comando della stazione di Raccuja è giunto il giovane maresciallo Alberto Fileti, 33 anni, messinese che al termine del corso formativo alla scuola allievi marescialli e brigadieri di Velletri e Firenze, ha trascorso 2 anni presso il primo reggimento carabinieri di Moncalieri (Torino) e altri due anni in servizio alla stazione di San Piero Patti.

Commenti
Caricamento...