Barcellona Pozzo di Gotto (Me): mafia e droga, 59 arresti

È stata denominata “Dinastia” la vasta operazione antidroga condotta questa mattina dai carabinieri di Messina nel barcellonese. Cinquantanove le persone finite in carcere su disposizione del gip di Messina.

Gli indagati dovranno rispondere, a vario titolo, di associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di droga, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, detenzione e porto illegale di armi, violenza e minaccia, il tutto con l’aggravante del metodo mafioso.

L’operazione di oggi rappresenta l’ulteriore sviluppo della progressiva manovra di contrasto coordinata dalla procura di Messina nei confronti della famiglia mafiosa dei Barcelonesi operante nel centro del messinese e sul versante tirrenico della stessa provincia. Si tratta di una compagine criminale storicamente collegata a Cosa nostra siciliana.

Le indagini hanno portato all’arresto di affiliati e gregari che negli ultimi anni hanno investito nel traffico di droga per integrare i proventi illeciti derivanti dalle estorsioni.

Tra gli arrestati anche le nuove leve dei clan, figli dei principali capi mafia barcellonesi. Erano loro a capo di una struttura criminale che operava con metodo mafioso, nel traffico e ella distribuzione di ingenti quantitativi di cocaina, hashish e marijuana, nell’area tirrenica della provincia di Messina e nelle isole Eolie, anche rifornendo ulteriori gruppi criminali satelliti, attivi nello spaccio ai minori livelli.

L’operazione, inoltre, ha fatto luce su numerose estorsioni perpetrate da anni ai danni di esercenti e imprese del territorio barcellonese.

Commenti
Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi