Taormina (Me): premiati i vincitori del concorso fotografico “la farmacia in uno scatto” della fondazione Crimi

È stata la fotografia “La dolce Federica” a vincere l’edizione 2019 del concorso “La farmacia in uno scatto” bandito anche quest’anno dalla fondazione Crimi con sede a Galati Mamertino, nata per volontà dei farmacisti Crimi che da anni lavorano a Tortorici.

Sabato a Taormina, nel messinese, nel corso della convention Pharmaevolution 2019 “crescere con la farmacia” sono stati premiati i vincitori del concorso giunto quest’anno alla terza edizione. Dopo la consegna delle borse di studio indirizzate a studenti meritevoli di Farmacia e CTF: borse di studio per la ricerca sulle farmacie storiche siciliane e borse di studio per studenti stranieri in Italia; si è proceduto alla premiazione del concorso.

A sbaragliare i vincitori è stata la foto di Sebastiano Bellomo di Campofelice di Roccella, nel palermitano che ritrae “la dolce Federica”, una bambina che con i genitori, originari di Tortorici, vive a Rocca di Caprileone e convive da sempre con la Smard1, atrofia muscolare spinale con distress respiratorio, una delle malattie più rare in Italia. Il premio, vinto con la motivazione che “perché farmacia è cura anche quando non c’è cura”, è stato consegnato dalla dottoressa Marilena Agosta, farmacista e amministratore delegato DM Barone, insieme al presidente di Federfarma, Marco Cossolo; al segretario nazionale Roberto Tobia e al segretario nazionale FOFI, Maurizio Pace.

Il secondo premio è andato alla fotografa di Vicenza Maria Vida Carraro con la foto “Al redentor” perché “la farmacia è arte, bellezza”. la foto esprime una visione onirica e trascendentale della farmacia che abbraccia scienza, carità ed arte. Il premio è stato consegnato dal dottor Roberto Tobia, segretario nazionale di Federfarma.

Infine, il terzo premio è andato alla foto “Panta Rei” di Lisa Di Giuseppe, giornalista parlamentare di Roma perché “in un mondo in continua evoluzione, la farmacia rimane sempre un punto di riferimento”. Il premio è stato consegnato da Giovanni Crimi, presidente di Federfarma Messina.

I tre fotografi hanno vinto, rispettivamente, 1.500, 500 e 250 euro. Gli scatti sono stati giudicati dalla giuria composta da Marilena Agosta, farmacista; Salvo Presti, regista; Silvestre Buscemi, direttore del dipartimento Stebicef Unipa; Alba Triscari, studentessa in farmacia all’Università di Messina; Daniele Rossaro, amministratore delegato Delarom; Gioacchino Nicolosi, presidente Federfarma Sicilia e Rocco Crimi, farmacista e presidente della fondazione Crimi.

Nel corso della manifestazione, poi, il premio speciale dedicato alla dottoressa Giuseppina Di Mauro Buda “La farmacia per il sociale” è andato al fotografo di Arezzo Andrea Mascitti con la foto “Stupendo” “perché la farmacia è una piazza, un luogo sicuro, soprattutto per i più deboli”.

Premio speciale “La farmacia per la bellezza” a “Sei croci” di Maria Cristina Tonoli, insegnante di teologia di Piacenza “poiché le farmacie più di ogni altra attività commerciale sono parte integrante della bellezza del paesaggio urbano italiano”.

Infine, premio speciale La farmacia per la ricerca di Intesa Farmacia è stato assegnato alla studentessa di Trieste Stephanie Federico con lo scatto “Prospettiva” “perché ricercare è guardare da un’altra angolazione”.

Commenti
Caricamento...