Favignana (Tp): il Gac Flag contro l’inquinamento dei mari

Il Gac-Falg isole di Sicilia a Favignana ha consegnato i dispositivi antinquinamento in lana di pecora riciclata ai pescatori delle Egadi. Questi dispositivi sono potenti assorbitori e mini depuratori di lana di pecora in grado di assorbire e degradare in modo naturale gli idrocarburi petrolchimici sversati in mare durante le attività operative giornaliere di navigazione.

Un prezioso auto per contenere i danni dell’inquinamento marittimo giornaliero, presente nei porti e nei porticcioli, con annessi stabilimenti balneari, zone costiere e aree di pesca.

Gli sversamenti a mare di idrocarburi causano il 25% dell’inquinamento marittimo totale. Un problema ambientale quasi invisibile e mediaticamente poco rilevante sebbene sia ben tre volte superiore all’inquinamento causato dagli sversamenti da incidenti di navi, petroliere e piattaforme. Un’emergenza ambientale che questi dispositivi realizzati naturalmente con la lana di pecora potrebbero contribuire a contenere.

Nel corso della manifestazione l’assessore Giovanni Sammartano ha introdotto i lavori illustrando alcune iniziative dell’amministrazione comunale per il comparto, mentre Francesco Bertolino ha aggiornato i presenti sull’attuazione dei bandi Feamp e Massimo Schifano, infine, ha dettagliato il bando ISI inail per il settore della pesca.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi