Catania: gli ex voto del Santa Marta da valorizzare

La soprintendenza di Catania, in collaborazione con l’Asp di Catania e con l’Ammi, sta organizzando un convegno su: “Gli ex voto del Santa Marta di Catania. Un patrimonio della devozione da valorizzare”. Appuntamento è per domani mattina, sabato 25 maggio a partire dalle 09-30 nell’aula magna del convitto Cutelli di Catania.

Al convegno prenderanno la parola illustri relatori che approfondiranno le tematiche relative alla valenza devozionale, oltre che al valore artistico dei bellissimi ex voto dell’ospedale Santa Marta, catalogati e vincolati dalla soprintendenza dei beni culturali ed ambientali di Catania.

L’ospedale Santa Marta fu fondato nel 1775 a Catania e si trovava nell’attuale via di Sangiuliano. La raccolta degli ex voto dipinti, appartenenti alla cappella dell’ex ospedale Santa Marta e Villermosa di Catania, costituisce un unicum per eccezionalità ed interesse storico e demoetnoantropologico; la soprintendenza di Catania ha provveduto al vincolo, nel marzo 2013, con decreto 544 del dirigente generale.

All’evento saranno presenti l’arcivescovo Metropolita di Catania; monsignor Salvatore Gristina; il soprintendente di Catania, Rosalba Panvini; il dirigente responsabile dei beni demoetnoantropologici della soprintendenza, Benedetto Caruso; il rettore convitto nazionale Cutelli, Stefano Raciti; il direttore generale Asp Catania, Maurizio Lanza; il presidente dell’ordine dei medici di Cataina, Diego Piazza; il presidente Ammi Catania, Antonella Di Maggio.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi