Tortorici (Me): le ultime battute prima del silenzio elettorale

I programmi politici delle tre compagini in lizza per le amministrative del 28 aprile prossimo a Tortorici. I tre sfidanti stanno parlando dal palco di piazza Faranda secondo l’ordine di estrazione: Maurilio Foti, Emanuele Galati e Antonio Paterniti Mastrazzo.

Alcuni punti dei programmi delle tre liste sono ricorrenti. Fra questi quello del piano regolatore generale e del suo iter. In merito a questo punto nei giorni scorsi si è discusso ampiamente con opinioni divergenti. In merito anche i tecnici di Tortorici che si erano riuniti avevano chiesto lumi su come avrebbero voluto procedere tutti e tre i candidati e dopo la mancata presenza di Paterniti al confronto è nato un botta e risposta fra il candidato a sindaco e i tecnici che già hanno scritto una prima lettera qualche settimana fa. E questa sera nel corso dei comizi sempre i tecnici hanno diffuso una seconda lettera indirizzata a Paterniti Mastrazzo in cui smentiscono quanto asserito nell’ultimo comizio in merito all’iter per il PRG, sottolineando che lo strumento urbanistico non è ancora arrivato a decreto e in cui si difendono dagli attacchi in merito alla “bramosia di incarichi” dei tecnici del luogo.

Andando a considerare i vari programmi, invece, il candidato Maurilio Foti punta su legalità, trasparenza e sull’importanza di riallacciare i rapporti con le istituzioni comunali, regionali e anche europee. Sguardo puntato anche ai giovani con un progetto che prevede il rilascio di crediti formativi e alternanza scuola-lavoro, ma anche il turismo e la viabilità.

Antonio Paterniti Mastrazzo e il suo gruppo, invece, puntano in primo luogo al risanamento finanziario dell’Ente che al momento è in dissesto economico. Il gruppo intende portare avanti, in caso di vittoria, tutti i progetti già iniziati dall’amministrazione.

Per il gruppo “Uniti per cambiare Tortorici”, bisognerà dare dignità al centro storico con dei progetti appositi, salvaguardare la memoria storica, evitare che il paese si spopoli puntando soprattutto sul turismo che potrà creare posti di lavoro. Fra i progetti della lista anche una nuova tariffa dei rifiuti per il pagamento delle bollette in proporzione alla produzione familiare, la diffusione del mini eolico, collaborazioni con gli istituti scolastici del territorio e attenzione per le attività artigianali.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi