Barcellona Pozzo di Gotto (Me): maltratta e sequestra la compagna, in manette un camionista

Un camionista di 44 anni, pregiudicato di Barcellona Pozzo di Gotto, nel messinese, è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione per maltrattamenti in famiglia.

L’uomo, durante la convivenza con la vittima, una 42enne polacca residente a Barcellona Pozzo di Gotto, umiliava continuamente la donna con vessazioni e violenze morali.

In più occasioni la donna è stata aggredita con calci e pugni, subendo lesioni personali gravi, per le quali ha dovuto ricorrere anche alle cure mediche e ospedaliere.

Spesso la donna rimaneva chiusa in casa per alcuni giorni senza poter uscire e neppure per consumare i pasti. Non contento, con atti di intimidazione e violenza, l’uomo la costringeva a subire rapporti sessuali, minacciandola di morte se non avesse aderito alle sue richieste.

Le indagini dei carabinieri erano state avviate nel 2015 a seguito di un intervento nella casa che i due dividevano, all’apice dell’ennesima lite che era sfociata in una violenza fisica.

I carabinieri hanno intuito da subito il disagio della donna e hanno relazionato alla procura di Barcellona Pozzo di Gotto il loro sospetto sulla condotta del compagno violento. Le investigazioni hanno permesso un’approfondita e attenta ricostruzione delle dinamiche relazioni tra i due coniugi.

Dopo l’incessante attività d’indagine condotta dai carabinieri, il gip del tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto ha emesso un’ordinanza di misura cautelare personale coercitiva, eseguita proprio nella serata di ieri. L’uomo è stato associato al carcere di Barcellona Pozzo di Gotto.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi