Giarre (Ct): parroco perseguitato da una fedele

È finita ieri sera la via crucis per il parroco della chiesa Maria Santissima della Provvidenza di Macchia di Giarre, nel catanese, da alcuni giorni vittima di un 43enne di Giarre.

L’uomo riteneva responsabile il prete di alcune sue disavventure, tra le quali il sequestro da parte dei carabinieri del proprio scooter.

Ingiurie e minacce a viso aperto fino ad arrivare all’episodio clou, avvenuto ieri sera, quando procurandosi del liquido infiammabile l’uomo si è presentato urlando dinanzi la chiesa pronto a dar fuoco al portone d’ingresso.

La provvidenziale telefonata al 112 da parte del prete ha consentito alla pattuglia della locale Stazione di intervenire immediatamente in quella Piazza San Vito luogo in cui, dopo una colluttazione, l’esagitato è stato ammanettato.

Dalle successive testimonianze raccolte tra i testimoni presenti in piazza sembra che nei giorni scorsi anche altri fedeli erano sati minacciati dall’uomo.

L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi