Palermo: il pm Di Matteo verso il trasferimento

Dopo due bocciature e il suo rifiuto della scorciatoia, il pm Nino Di Matteo dovrebbe riuscire ad ottenere l’assegnazione alla Direzione nazionale antimafia come vincitore di concorso.

Almeno secondo le indiscrezioni che circolano al Csm che si appresta a prendere una decisione a breve. La prossima settimana la terza commissione di palazzo dei marescialli comincerà la discussione sui candidati da proporre al plenum per 5 posti da sostituto alla superprocura guidata da Franco Roberti.

Al massimo entro la fine del mese arriverà la decisione. I posti non sono pochi, ma i candidati sono ben 66. Tra loro anche i due pm del processo mafia capitale, Giuseppe Cascini e Luca Tescaroli, l’ex assessore alla legalità del comune di Roma, Alfonso Sabella, ora pm a Napoli; il segretario dell’Anm, Francesco minisci e i procuratori aggiunti di Palermo, Teresa Maria Principato e Sebastiano Ardita.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi