Bronte (Ct): riflettori accesi sulla XXV sagra del pistacchio

La XXV Sagra del pistacchio verde di Bronte (Ct) riaccende i motori. Dopo il grande bagno di folla dello scorso fine settimana, quando decine di migliaia di visitatori hanno affollato il centro storico di Bronte, venerdì mattina gli stand della Sagra riaccenderanno le luci per quello che forse è il giorno più bello dell’intera manifestazione.

Il frizzante gioire di migliaia di scolari e studenti, provenienti dall’intera provincia di Catania ed anche di altre province della Sicilia, infatti, renderà omaggio al Pistacchio verde dop di Bronte, grazie alla manifestazione “La scuola scende in piazza”, voluta dal sindaco Pino Firrarello. Un evento nell’evento, che coinvolgerà il mondo della scuola e provocherà una invasione di gioventù che mira a far apprezzare ai più giovani festa e prodotti al pistacchio.

Dobbiamo molto al professore Mario Fioretto – ci dice il sindaco Pino Firrarello – che quando era assessore ha ideato questo evento, diventato fra i momenti più belli della Sagra. Lo sostengo da anni: questa festa farà conoscere ed apprezzare anche ai più piccoli la nostra cittadina ed il nostro pistacchio verde. In loro rimarrà a lungo il ricordo di questa giornata, ed in futuro saranno stimolati a tornare per gustare il nostro pistacchio. Oltre a ciò – conclude il primo cittadino – racconteranno ciò che hanno visto ai loro genitori e chissà che non li convincano a venire a Bronte durante questo ultimo week end di Sagra”.

La manifestazione inizierà alle 10 del mattino e sarà ininterrottamente festa. Alle 12 gli scolari riceveranno il saluto del sindaco ed un buonissimo gelato offerto dalla Caffetteria Luca, dalla ditta Bacco, dal Life Cafè, dall’Angolo dolce, dal Cafè Bistrot e dai bar Sport, Cordial, Roma, Conti e Del Corso.

Poi sempre venerdì alle 15,30 il concorso regionale di pasticceria, ideato 5 anni fa dall’ex assessore Elio Daquino ed oggi organizzato dal consigliere Angelica Prestianni: “L’idea è allargare gli attuali confini regionali di questo concorso – ci dice quest’ultima – Nella Sagra del pistacchio più buono al mondo, utilizzato dai pasticceri più bravi del pianeta, non può mancare un concorso di pasticceria nazionale che premi la torta ed il gelato più buoni. Un ringraziamento speciale – conclude –  alle suore del Collegio Maria che ci hanno concesso il locale gratuitamente, dimostrando ancora una volta la disponibilità e l’apertura alle iniziative della città”.  

Ma se è vero che nel pomeriggio e nella prima serata di venerdì torneranno i gruppi folcloristici a riempire di colore il percorso degli stand, la sera alle 21,30 piazza Castiglione impazzirà per il concerto di Roy paci ed Aretuska.

“Sicuramente è tra i musicisti italiani più eclettici e vulcanici degli ultimi anni. – ci dice il vice sindaco Nunzio Saitta  – Roy Paci viene a Bronte con i gli Aretuska per raccontare il mondo che vive, e quello che vede, attraverso la musica. E Bronte con la sua Sagra è pronto ad accogliere i suoi tantissimi fans”.         

 “Inoltre tutte le sere fino a domenica – continua a spiegare il vice sindaco – ci saranno musica e spettacoli di animazione. Continueranno i concerti nelle piazze che tanto successo hanno riscosso nel precedente fine settimana e la discoteca per i più giovani in piazza Rosario dopo le 23”.

Poi domenica 5 ottobre la giornata clou. Stand aperti dalle 10 del mattino in attesa del pienone. Servizio d’ordine ai propri posti per consentire a tutti di posteggiare nella zona artigianale ed arrivare al cuore della Sagra con i pullman della Fce. Musica ed animazione non mancheranno esattamente come i percorsi turistici allestiti dall’assessore Mario Bonsignore per che tutto il week end proporre l’efficiente servizio turistico “Bronte da Vedere”.

Poi nel pomeriggio di domenica 5, dopo la premiazione del concorso di pittura organizzato dalla Fidapa di Bronte all’interno della Pinacoteca, l’attesissimo taglio della grande torta pistacchio omaggiata dagli stessi pasticcieri che hanno offerto il gelato ai bambini. Ed allora sì che piazza Castigliaone sembrerà piccola, di fronte al fiume di visitatori che non vuole perdere una fetta di vera bontà.

“Questo è un momento che tanti attendono – conclude il sindaco – il nostro modo per ringraziare i visitatori e fargli assaggiare la bontà della torta. Poi la festa continuerà fino a notte fonda al ritmo di musica e varietà in onore del verde pistacchio dop di Bronte, che tutto il mondo ormai riconosce come unico e prezioso”.  

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi