Giammoro (Me): Uno, due, tre…Star

Un talent dal formato del tutto originale ha fatto il suo esordio nella provincia messinese: canto e danza sono i campi in cui si sono cimentati gli artisti d’età compresa fra i sei ed i venti anni. Introdotta da Giuseppe Oliva, da anni mecenate delle risorse artistiche locali, la manifestazione si propone di far emergere le nuove eccellenti individualità proiettandole verso gli omologhi show a carattere nazionale, quali la nota trasmissione Mediaset “Io canto”. Al “King Bowling” di Giammoro si è svolta la prima serata, condotta con perizia dallo stesso Giuseppe Oliva, coadiuvato da Edisa Musaj, la quale in virtù della sua voce armoniosa si è anche esibita nella cover “Margherita” di Riccardo Cocciante. Venti i partecipanti, che si sono alternati nella canzone e nel ballo ed immortalati dallo staff fotografico della “Foto Digital Discount” di Milazzo e Villafranca. Molteplici gli interventi degli ospiti, tra cui spicca Antonino Buscemi, reduce dai successi della quarta edizione di “Io canto”: egli si è esibito dapprima con le cover “Ci vorrebbe il mare” di Marco Masini e “Una storia importante” di Eros Ramazzotti e inoltre successivamente con “Vecchio frac” di Domenico Modugno. Luana Merlino ha interpretato il brano inedito dal titolo “Amore dimmi” nonché la cover “Someone like you” di Adele. Rosmery Barbera ha eseguito “America” di Gianna Nannini, Marianna Pirrone “Vorrei” di Cesare Cremonini. Un importante intermezzo è stato costituito dal rapper messinese Salvatore Sciacca, in arte Sciack, il quale con un brano di sua fattura, intitolato “Buddaci”, intende rappresentare mordacemente la realtà economico-sociale messinese esortandola a scrollarsi di dosso l’atavica apatia. Daniel Maisano ha cantato “Se bruciasse la città” di Massimo Ranieri; Carmine Di Natale “Macchina cinquanta” di Rosario Miraggio. Dulcis in fundo per la cantante Martina Miraglia esibitasi in “Titanium” di David Guetta e “Ti sposerò” di Jovanotti. Al termine delle operazioni di scrutinio ad opera di una giuria di esperti, il verdetto è stato il seguente: nella categoria danza la terza posizione è stata attribuita al duo Giuseppe Colicchia e Rosangela Micalizzi, la seconda a Maria Pia Sidoti, la prima al gruppo formato da Cettina Cicero, Teresa Calzavara, Alessia Chiofalo, Alessandro Triolo e Rosangela Perroni. Il premio “Bimbi” è stato assegnato alla coppia di sorelle Ilenia e Valentina Micalizzi. Nella divisione cantanti terzo posto per Mirella Goldin, secondo Dario Feminò, mentre si è aggiudicato il primo posto Andrea Di Bella. Il premio della critica è stato conferito sia ad Edison Musaj sia al duo formato da Gioacchino Chiofalo e Rebecca La Macchia. Felice della vittoria, il giovane milazzese Andrea Di Bella ha iniziato a studiare canto tre anni fa alla scuola di Rosaria Conte per poi proseguire ad una scuola di teatro musicale a Giarre. Egli, calandosi nel brano da cantare, esprime molteplici sentimenti per coinvolgere nel suo stato d’animo gli ascoltatori. Il suo orientamento musicale propende per la componente straniera, poiché per lui nel repertorio italiano vi è tanta abbondanza di contenuti simili fra loro. Nei suoi progetti futuri vi è lo studio del teatro, ma sarà pronto a cogliere qualsivoglia proposta musicale idonea ad offrigli una ribalta di successo.

Foti Rodrigo

Andrea Di  Bella vincitore nel canto con Giuseppe Oliva        Ballerini vincitori primi classificati

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi