Messina: premio ad ostacoli per ricordare Alfio Ragazzi

Alfio Ragazzi era stato vittima dell’attentato terroristico del 12 novembre 2003 a Nassiriya in Iraq. Il prossimo 5 ottobre, sabato, nel villaggio Larderia di Messina, presso il club ippico “La palma asd”, si svolgerà un gran premio di salto ad ostacoli a cavallo dedicato alla memoria di Alfio Ragazzi.

Alla manifestazione è prevista la partecipazione di autorità civili e militari, tra cui il comandante interregionale carabinieri Culqualber di Messina, generale di corpo d’armata, Ugo Zottin. Il maresciallo Ragazzi ha perso la vita a 39 anni a solo 72 ore dal suo rientro in patria.

Figlio della generosa terra siciliana, Alfio Ragazzi, messinese, parte nel 1985 per arruolarsi nell’Arma dei Carabinieri. Presta servizio presso la Stazione Carabinieri di Cariati, la Compagnia di Lamezia Terme e la Stazione di San Pietro Maida, per poi approdare, nel 1992, al R.I.S. di Messina, dove la sua passione per le indagini balistiche lo ha portato a raggiungere risultati di assoluto rilievo nel particolare settore, guadagnandosi la stima dei superiori e dell’Autorità Giudiziaria .

Partecipa, quindi, all’operazione umanitaria Antica Babilonia nella lontana Nassiriya. Anche nella delicata missione in Iraq, dove, tra l’atro, ha svolto attività di contrasto agli scavi clandestini nei siti archeologici della provincia di Dhi Qar, la sua elevata professionalità, il suo spiccato senso pratico e le sue doti umane gli sono valse l’apprezzamento dei superiori, colleghi e dei civili iracheni con i quali ha collaborato. Nella lontana terra asiatica sacrifica la sua vita, insieme ad altri undici militari dell’Arma dei Carabinieri, a cinque militari dell’Esercito Italiano e a due connazionali civili.

Nel 2007, il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, ha intitolato alla sua memoria, la Caserma ove ha sede il Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche (R.I.S.) di Messina.

Commenti
Caricamento...