Brolo (Me): “ripartire”, “volare”, “andare oltre”, gli slogan dei tre candidati a sindaco

Come una clessidra capovolta il tempo per l’elettorato di Brolo (comune in provincia di Messina) si fa sempre più vicino. Si, perchè a conti fatti è così. Dipende sempre dai cittadini la candidatura dei propri delegati. Una matita ed un foglio ti rendono padrone della fiducia che si va a riporre nei soggetti che amministreranno la gestione pubblica del luogo a cui si appartiene.

Come già annunciato i candidati sono tre: Irene Ricciardello, attuale sindaco di Brolo; Giuseppe Laccoto, che è stato sindaco a Brolo dal 16 febbraio del 1997 al 29 luglio 2003; Salvatore Garito soggetto che di primo acchito si affaccia nei meandri politici.

In un paese marino di 6 mila abitanti le vicissitudini politiche e sociali sono ben conosciute da chiunque. La storia politica di Brolo è stata attraversata nel passato dalla dinastia dei Germanà, che ad ogni modo hanno sempre continuato a far politica. L’onorevole Laccato, pur venendo da quella scuola ha abbracciato altra bandiera, svolgendo un ruolo incisivo nella storia locale del paese. Ma è del 4 dicembre 2013 il clamoroso collasso che come un terremoto aveva travolto la casa comunale del paese con la vicenda legata ai “presunti mutui fantasma”. Sindaco e consiglieri di maggioranza dovettero riporre le loro dimissioni. Decadde l’intero consiglio comunale e con la nomina di un commissario straordinario si attesero le elezioni che ebbero il loro epilogo nella primavera del 2014.

Di certo, tutti i cittadini brolesi sono stati messi duramente alla prova e qualunque bomba che esploda e l’innesco di una miccia che ha un suo inizio e che giunge all’inevitabile scoppio dopo aver camminato lungo un percorso.

Ma adesso è tempo di nuove elezioni, e se Irene Ricciardello, con orgoglio, manifesta entusiasmo per un’approvazione di bilancio tanto agognata, Giuseppe Laccoto racchiude l’ amministrazione Ricciardello con l’approvazione di 2 dissesti e zero bilanci.

Ma se i politici ciarlano le carte si leggono e leggere le carte significa badare ai fatti.

Intanto Salvatore Garito con un fare che da del lieve, accarezza quelle che secondo lui sono stati i limiti della precedente amministrazione e di converso prospetta un futuro per Brolo dove, sotto l’ala della sua candidatura, tutto luccicherebbe come non mai <<commercio, sport, associazioni, turismo, tessuto sociale ..>> e chi più ne ha più ne metta.

Ma dei politici si sa che la prima qualità deve essere quella dei millantatori, soprattutto a tempo di elezioni.

Andiamo dunque a quello di cui Brolo avrebbe realmente bisogno indipendentemente dal sindaco che ne verrà.

Conti del bilancio comunale in regola, solidità sociale, attività commerciali in crescita, organizzazione per un volano turistico efficiente, pulizia delle acque marine, percorso di stabilizzazione per i precari, progetti associativi per anziani e disabili, crescita per l’istituto alberghiero, piano regolativo in sintonia con la crescita del paese ed il decoro urbanistico, riqualificazione del borgo antico e del suo castello, evitare smaniose manie di megalomania espresse fuori campo per “attestati” di rivincite.

Oggi per Brolo potrebbe essere arrivato davvero il momento della risalita dal fossato al buio.

Brolo non è soltanto un “giardino fiorito” è anche il luogo dove la gente ti accoglie con un sorriso, è il luogo dove il gelato artigianale è tra i migliori sapori di tutta la provincia, è il luogo dei ragazzi del muretto, delle passioni sportive: calcio, volley, tennis . Brolo è un paese comune dove qualunque paesano vorrebbe vivere con serenità.

Chiunque si siederà su quella poltrona potrebbe ritrovarsi con un comune che inizia a risanarsi. Ma se le ferite da poco sanate vengono nuovamente rifocillate ne verrà fuori una piaga peggio di quella precedente.

Di seguito l’intervista doppia con protagonisti gli avversari in campo.Abbiamo sentito le parole di Giuseppe Laccoto e Irene Ricciardello. Salvatore Garito, più volte contattato per l’intervista, invece, non ha mai dato alcuna risposta alla nostra richiesta. Pertanto non sarà presente nel servizio.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi