Palermo: frode su corsi di formazione pagati da Regione e Ue, coinvolto anche Savona

C’è anche Riccardo Savona, presidente della commissione bilancio all’Ars fra le sette persone fisiche e le otto associazioni indagate dai finanzieri di Palermo per frode su corsi di formazione pagati da Regione e Unione europea.

Sarebbero stati sottratti indebitamente al bilancio regionale e comunitario circa 800 mila euro.

Le indagini delle fiamme gialle hanno permesso di rilevare che diverse associazioni riconducibili a Savone avrebbero ricevuto numerosi finanziamenti per piani di formazione professionale negli ultimi 15 anni.

L’elaborazione della documentazione acquisita in vari assessorati regionali, insieme ai riscontri sul territorio e all’audizione di oltre 50 soggetti a vario titolo coinvolti nella realizzazione di progetti, ha messo in luce l’esistenza di un’articolata associazione che, dal 2012 ad oggi, ha frodato il bilancio regionale e comunitario attraverso un reiterato modus operandi posto in essere con l’utilizzo di documenti falsi, furti di identità ed emissione di fatture per operazioni inesistenti. L’unica finalità era quella di bypassare i controlli degli enti pubblici per l’ottenimento del contributo econoico erogato dalla Regione o dall’Unione europea.

Altre undici persone sono state segnalate all’Autorità giudiziaria e dovranno rispondere, tra l’altro, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

Gli agenti della finanza hanno perquisito le abitazioni dei soggetti coinvolti, compresa la segreteria politica dell’onorevole Savona, per reperire documentazione relativa ad ulteriori finanziamenti ottenuti. Sono ancora in corso le indagini perché non è escluso che ci siano altri progetti in corso.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi